Coppa del Mondo di Sci Sestriere 2020, il sabato perfetto di Federica Brignone

Ciliegina sulla torta, è anche arrivata la vittoria numero 13 in carriera di Federica Brignone

Una giornata perfetta, per Sestriere e per l’Italia: il ritorno del “Colle” nella Coppa del Mondo femminile è stato salutato da più di sedicimila spettatori, con una larga rappresentanza degli Sci Club piemontesi e dei Fan Club come quello di Marta Bassino. Ciliegina sulla torta, è anche arrivata la vittoria numero 13 in carriera di Federica Brignone, in un ordine d’arrivo incredibile, con la ventinovenne carabiniera valdostana, che era già in testa dopo la prima manche, a chiudere in nel tempo totale di 2’,21”,15/100 ex aequo alla slovacca Petra Vlhova (Ski Team Vlha s.r.o.). Terza ad un solo centesimo la campionissima statunitense Mikaela Shiffrin (Ski and Snowboard Vail) a confermare che la Kandahar Giovanni Alberto Agnelli è pista solo per grandi firme. “Una seconda manche da infarto, sentivo tutta la gente urlare dal parterre. Ho fatto le cose che mi ero messa in testa di fare ed è bastato per vincere una gara sul filo del rasoio, ma ancora non riesco a crederci davanti a questo pubblico fantastico. Sto sciando bene, mi sento bene e spero di continuare così”, ha detto Federica Brignone una volta scesa dal podio. L’azzurra ha allungato anche nella classifica della specialità che guida con 375 punti contro i 314 di Mikaela Shiffrin. Terza a quota 264 è Marta Bassino (Centro Sportivo Esercito), che, davanti al pubblico piemontese, non ha vissuto la giornata che sognava. Troppo indietro nella prima manche, la borgarina sostenuta dal calorosissimo tifo del suo Fan Club, ha rimontato solo una posizione chiudendo decima ad 1”,74/100, preceduta di poco dalla campionessa olimpica Sofia Goggia (Fiamme Gialle), nona a 1”,65/100. A punti anche un’ottima e molto applaudita Irene Curtoni (Centro Sporti Esercito), che nella seconda manche ha recuperato dieci piazze chiudendo diciottesima. Fuori dalle trenta invece la genovese Valentina Cillara Rossi (Fiamme Gialle), mentre non è arrivata al traguardo della prima manche l’altra atleta di casa, la cesanese Francesca Marsaglia (Centro Sportivo Esercito). Ma Valentina e “Frenci” alla fine hanno festeggiato lo stesso insieme alle compagne la vittoria di Federica Brignone. Festa per loro così come per i quattro ragazzi della squadra regionale del Comitato FISI Alpi Occidentali che hanno avuto l’onore di inaugurare la giornata come apripista: il limonese Edoardo Saracco (Equipe Limone), fresco vincitore della medaglia di bronzo agli YOG di Losanna-Les Diablerets, il novese Lorenzo Thomas Bini (Ski Team Cesana), il cuneese Corrado Barbera (Ski College Limone) e il varazzino Stefano Cordone (Equipe Limone). Archiviato il Gigante, a Sestriere è già tempo di pensare al Gigante Parallelo di domenica 19 gennaio.

La classifica del Gigante della Coppa del Mondo femminile a Sestriere

https://www.fis-ski.com/DB/general/results.html?sectorcode=AL&raceid=100058

Nelle foto in allegato: le protagoniste del Gigante di Sestriere e il pubblico che ha affollato il parterre della pista olimpica Kandahar Giovanni Alberto Agnelli (credits agenzia Pentaphoto e Michele Fassinotti per Archivio Fotografico Comitato FISI Alpi Occidentali)
Notizie e Foto: Ufficio Stampa FISI AOC

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here