Igor Volley Novara, superata anche Firenze

Pesantissima vittoria esterna per la Igor Volley di Massimo Barbolini, che espugna il Mandela Forum di Firenze in rimonta

Pesantissima vittoria esterna per la Igor Volley di Massimo Barbolini, che espugna il Mandela Forum di Firenze in rimonta (1-3) e si assicura così un posto nella semifinale Playoff. Azzurre trascinate dai 34 punti di una stratosferica Paola Egonu (11 nel terzo parziale, con un 83% di efficienza) e dai 21 della coppia centrale Chirichella – Gibbemeyer e capaci di reagire dopo un primo set negativo (perso 25-17) al cospetto di un avversario protagonista di una prestazione di altissimo livello. Le azzurre ora aspettano di conoscere la propria avversaria in semifinale: decisivo, nel quarto tra Busto Arsizio e Monza, il match di spareggio in programma mercoledì sera al PalaYamamay.
Firenze in campo con Dijkema in palleggio e Sorokaite in diagonale, Ogbogu e Alberti al centro, Tirozzi e Santana in banda e Parrocchiale libero; Barbolini replica con Egonu opposta a Skorupa, Chirichella e Gibbemeyer centrali, Plak e Piccinini schiacciatrici e Sansonna libero.
Avvio negativo per la Igor, subito sotto 3-0 con tre errori in attacco e Firenze che prende fiducia e aumenta il gap con Santana (7-3, pipe) e con due errori in attacco di Plak (10-4, muro di Ogbogu). Firenze scappa ancora con Tirozzi (15-9) e due muri di Santana sulla neoentrata Enright (17-9), Egonu reagisce a muro (17-11) ma Sorokaite e Ogbogu (muro) mettono al sicuro il parziale sul 21-14. Santana conquista il set ball (24-17) con un lob e poi chiude il parziale con il diagonale del 25-17.
Firenze riparte sulle ali dell’entusiasmo con un pesante 10-3 di parziale, Barbolini chiama a rapporto le sue e le azzurre rispondono con una reazione d’orgoglio che ribalta il set prima sul 12-13, con il sorpasso firmato da Egonu (decisivi i turni in battuta di Gibbemeyer e Plak) e poi scappa addirittura 13-17 con un muro di Piccinini. Firenze replica a sua volta con Tirozzi che prima impatta 19-19 e poi sorpassa (20-19) in maniout; Egonu firma tre punti in successione (21-23), Plak conquista il set ball (22-24) e ancora l’opposto azzurro chiude i conti sul 23-25.
Egonu riprende il filo (1-4, diagonale) e poi in battuta propizia il 4-9 che costringe al timeout Caprara; Alberti risponde (8-10, ace) e sul turno in battuta di Sorokaite (11-11) si innesca un punto a punto con due “strappi” (da 13-16 a 16-16) che mantiene l’equilibrio fino al 20-20 (lob di Tirozzi). Egonu prova l’allungo (20-22), Sorokaite annulla il divario con l’ace (22-22) ma l’opposto azzurro firma due attacchi in successione (22-24) prima che Plak in maniout trovi il 22-25 del sorpasso 1-2.
Tra le padrone di casa c’è in sestetto anche l’altra ex Milos Prokopic (subentrata nel set precedente), mentre Novara prova a ipotecare subito il parziale con un break di 0-6 in avvio che costringe le fiorentine a usare entrambi i timeout a disposizione. Tirozzi e la solita Santana (26 punti per lei) riaprono il discorso sul 7-8 ma due spunti di Egonu (ace, 9-12, e poi diagonale vincente, 10-15) ampliano nuovamente il gap. Firenze non molla, Novara cresce in difesa ma le padrone di casa sfruttano la vela di Ogbogu (16-16, primo tempo) per rientrare di colpo in partita; nel testa a testa che ne consegue, Novara sfrutta l’ingresso in battuta di Zannoni per scappare 18-22 con Gibbemeyer (muro su Santana) mentre Firenze si aggrappa alla portoricana per recuperare fino al 22-22 che accende il finale. Vasilantonaki entra e conquista il match ball con un attacco vincente (22-24), Gibbemeyer chiude la contesa mettendo a terra un pallone vagante per il 22-25.
Massimo Barbolini (allenatore Igor Volley Novara): “Complimenti ai nostri avversari per averci messo in difficoltà per tutto l’arco del match e complimenti a noi per essere riusciti a conquistare la vittoria che ci consegna l’accesso alla semifinale. Nel primo set abbiamo commesso qualche errore di troppo, poi va riconosciuto merito alle nostre avversarie per aver tenuto un livello di gioco altissimo; noi siamo cresciute in difesa e a muro, abbiamo lavorato bene e nei momenti decisivi siamo riusciti a fare la differenza”.
Paola Egonu (opposto Igor Volley Novara): “Credo sia stata una bella battaglia, le nostre avversarie ci hanno messe in difficoltà e vanno loro i complimenti per la prestazione, noi nei momenti di difficoltà siamo comunque riuscite a dimostrare il nostro valore e di questo sono orgogliosa. Serviva una vittoria, per chiudere il discorso e anche per garantirci la possibilità di lavorare con maggior tempo a disposizione in vista della semifinale, dopo il primo set ci siamo dette che serviva una reazione e lo abbiamo messo in atto, crescendo durante il match”.
Il Bisonte Firenze – Igor Volley Novara 1-3 (25-17, 23-25, 22-25, 22-25)
Il Bisonte Firenze: Sorokaite 11, Alberti 2, Bonciani, Santana 26, Di Iulio 2, Parrocchiale (L), Ogbogu 9, Pietrelli, Milos Prokopic 5, Tirozzi 14, Dijkema 2. All. Caprara.
Igor Volley Novara: Vasilantonaki 1, Camera, Plak 6, Gibbemeyer 11, Enright 1, Skorupa 2, Bonifacio ne, Chirichella 10, Sansonna (L), Piccinini 6, Zannoni, Egonu 34. All. Barbolini.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Igor Volley Novara

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here