Nascar Whelen Euro Series Valencia 2016, Double T comincia alla grande

e6e3c905-16b7-4f45-a7f7-dd8ba342fa0aBuona la prima per il Double T by Nocentini nel round di apertura della NASCAR Whelen Euro Series, ospitato dalla terza edizione del Valencia NASCAR Fest. Davanti a oltre 15mila spettatori, le quattro Ford Mustang schierate dal team di Franco Ercoli e Onofrio Veneziani e curate dalla MRT by Nocentini hanno colto 6 podi nelle 4 gare in programma nel week end spagnolo, dando prova di carattere e competitività.
In Spagna tutti gli occhi erano puntati su Gianmarco Ercoli, Campione ELITE 2 2015 al debutto tra i professionisti della ELITE 1. Il pilota della Ford Mustang #9 non ha deluso le aspettative, con due solide e combattute gare sempre nella Top5 assoluta, prestazioni che hanno confermato il talento cristallino del 20enne romano e che lo inseriscono di diritto tra i top driver del campionato. Il pilota di Monte Compatri è ora settimo in classifica generale e terzo nel Trofeo Junior “Jerome Sarran”, dedicato ai piloti U25, grazie anche al podio di categoria conquistato in Gara 1.
“Che debutto! Sapevamo di poter essere competitivi, ma finire la mia prima gara in ELITE 1 nella Top5 è qualcosa di fantastico! Tutto il team ha fatto un lavoro straordinario durante l’inverno e ora possiamo raccogliere insieme questi risultati,” ha commentato Ercoli, che avrebbe potuto anche migliorare il suo piazzamento nella gara della domenica. “Il podio, o almeno poterci lottare, era una possibilità concreta nella Race 2, ma ho subito una penalità per un contatto e mi sono trovato attardato in classifica. Mi dispiace per Nicolò, non era assolutamente mia intenzione e, anzi, mi sarebbe piaciuto lottare con lui fino alla bandiera a scacchi. Purtroppo sono cose che possono accadere nelle corse.”  Ha concluso Ercoli, la cui rimonta nella seconda gara è stata stoppata al 13esimo posto dalle due safety car che hanno caratterizzato il finale della Sunday Race.
Il brillante weekend della Ford Mustang #9 è stato confermato anche delle ottime prestazioni di Simone Laureti, che ha centrato gli obiettivi che si era prefissato a inizio campionato conquistando la Top10 nella Saturday Race della ELITE 2 e vedendo sfumare un settimo posto nella corsa della domenica per un drive through. “Sono contento perchè per tutto il fine settimana sono stato con i migliori nella Top10. Alcune vicissitudini di gara mi hanno rallentato in qualifica e nella seconda corsa, ma la prestazione c’era e questo è ciò che conta. Sono davvero felice di questo weekend e del clima che respira all’interno del Double T by Nocentini.” ha commentato Laureti, protagonista del Legend Trophy di cui occupa ora il secondo posto nella graduatoria di categoria, grazie al podio conquistato nella gara del sabato. “Non vedo l’ora di essere a Venray, non potremo che migliorare nelle prossime corse!”
Al debutto nel mondo NASCAR, Riccardo Geltrude si è velocemente adatto ai 400cv della sua Ford Mustang #7 con cui affronterà tutte le 24 gare della NASCAR Whelen Euro Series 2016, partecipando ad entrambe le Divisioni. Su una pista mai vista prima e in un campionato per lui nuovo, il pilota di Prato è stato bersagliato dalla sfortuna nelle prime sessioni di prove, ma una volta sceso in pista il 19enne ha mostrato carattere e velocità sin dai primi metri. Nella qualifica ELITE 2, Geltrude si è subito inserito tra i migliori 12 che prendono parte alla Superpole, conquistando la quinta fila in una griglia che visto ben 25 auto al via. Nella Race 1 della ELITE 2, prima corsa del weekend, Geltrude ha debuttato ufficialmente in una gara NASCAR conquistando il sesto posto finale e avrebbe potuto puntare al podio nella corsa della domenica, ma è stato costretto al ritiro a causa di un contatto che lo ha visto incolpevole protagonista quando era in lotta per la terza posizione.
“Non male come inizio! A parte qualche sfortuna, è stato un debutto positivo perchè in ELITE 2 abbiamo dimostrato di poter stare con i primi e continuando così possiamo pensare in grande, ma è decisamente presto per parlarne,” ha commentato Geltrude, che ha subito conquistato il podio tra i Rookie nella gara del sabato. “L’ELITE 1 è decisamente tosta, lì l’obiettivo è riuscire ad entrare in Top10 il più spesso possibile accumulando quanta più esperienza possibile. Non ho mai girato su un ovale, sono tremendamente curioso di capire com’è. Ma sono fiducioso, so che il team mi guiderà e Gianmarco sarà un prezioso aiuto per tutti.” ha concluso il pilota della Mustang #7, che ha brillato anche nella Divisione ELITE 1, pensata per i piloti professionisti. Qui, dopo il ritiro del sabato, nella Sunday Race Geltrude ha sfiorato la Top 10 con la 12esima posizione finale.
Weekend in salita per la Ford Mustang #12 firmata Virgin Radio, stabilmente tra le migliori 20 auto in pista. Gian Maria Gabbiani, in Divisione ELITE 1, e Renzo Calcinati, in ELITE 2, hanno sfruttato tutte le sessioni in pista per macinare km e acquisire esperienza e feeling con tutte le novità delle vetture NASCAR Whelen Euro Series 2016. Una costante miglioria nella prestazioni che hanno portato Gabbiani a lottare per la Top10 nella seconda gara della Divisione ELITE2, sfuggita a causa della carambola all’ultimo restart, e Calcinati ad essere protagonista del Trofeo Legend, dove ha conquistato il podio di categoria nella seconda gara e di cui ora occupa il secondo posto a pari punti con il compagno di squadra Laureti.
Spettacolo ed emozioni in pista ha regalato anche la Mustang #6 affidata in Divisione ELITE 1 al rookie Carlo Forte e in ELITE 2 a Marco Spinelli, al rientro nella NASCAR Whelen Euro Series. Due ritiri non hanno permesso a Forte di concretizzare la sua pole nella categoria Challenger, ma fin quando il pilota milanese è stato in pista, ha dimostrato di poter essere fiero protagonista del trofeo e di poter lottare nelle prossime gare per entrare stabilmente nella Top10 di una ELITE 1 che quest’anno vede al via 9 piloti vincitori di almeno una gara NASCAR in carriera. Nella Sunday Race, nonostante la battuta a vuoto, Forte ha conquistato comunque il terzo posto tra i Challenger, anhe se attardato. In Divisione ELITE 2, Marco Spinelli ha regalato spettacolo e sorpassi nella gara della domenica, rimontando dal fondo dello schieramento per non essere potuto partire nella Race 1 a causa di un problema tecnico. L’esperto milanese ha messo in pista grinta e personalità, portando a casa uno spettacolare nono posto finale, secondo tra i Legend, che lo ripaga della sfortuna della prima gara.
Al termine del weekend di Valencia, il team manager Onofrio Veneziani è soddisfatto delle prestazioni messe in pista dai suoi piloti: “Per noi è stato onore ma anche un grande sforzo essere presenti qui con ben quattro vetture. Sei podi alla prima gara sono un buon inizio, ci è mancato quello assoluto ma con ciò che ho visto in pista sono sicuro che è solo questione di tempo. Magari già a Venray, circuito nuovo per molti dei nostri piloti, ma che potrebbe regalare sorprese.”
Il circus della NASCAR Whelen Euro Series si sposta ora in Olanda per la prima gara su ovale della stagione, in programma il 15 e 16 maggio sui 22 gradi che caratterizzano il banking del veloce ovale di Venray Raceway, che ospiterà la seconda edizione dell’Autospeedway American Style, che lo scorso anno portò in pista oltre 10mila appassionati.
Notizie e Foto: Ufficio Stampa Double T Racing by Nocentini