Reale Mutua Fenera Chieri ’76, buona prestazione per le chieresi

L’incontro termina 1-3, con le chieresi che se la giocano alla pari nei primi tre set perdendo i primi due sul filo di lana e aggiudicandosi il terzo ai vantaggi

La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 cede a testa alta alla Èpiù Pomì Casalmaggiore. L’incontro termina 1-3, con le chieresi che se la giocano alla pari nei primi tre set perdendo i primi due sul filo di lana e aggiudicandosi il terzo ai vantaggi, per cedere poi in modo più netto nella quarta frazione.
Nel complesso una buona prestazione da parte della squadra di Sinibaldi che fra tante difficoltà (non ultima il grave infortunio di Barysevich che ha concluso in anticipo la sua stagione) continua a crederci, a lottare e a mostrare segnali di crescita.
Miglior realizzatrice è Angelina che realizza 23 punti, anche se il premio di MVP va a Carcaces (22). Da segnalare anche l’ottimo debutto della palleggiatrice Skorupa nella Èpiù Pomì Casalmaggiore.
Reale Mutua Fenera Chieri ’76-Èpiù Pomì Casalmaggiore 1-3 (22-25; 21-25; 26-24; 15-25)
REALE MUTUA FENERA CHIERI 76: Poulter, De La Caridad Silva 12, Akrari 8, Middleborn 4, Angelina 23, Perinelli 7; Bresciani (L); De Lellis, Starcevic, Tonello, Dapic 4. N. e. Giani, Caforio (2L). All. Sinibaldi.
ÈPIÙ POMÌ CASALMAGGIORE: Skorupa 2, Cuttino 17, Arrighetti 5, Kakolewska 11, Carcaces 22, Caterina Bosetti 16; Spirito (L); Pincerato, Lussana, Gray. N. e. Mio Bertolo, Marcon, Radenkovic. All. Gaspari; 2° Bertocco.
ARBITRI: Florian di Treviso e Vecchione di Salerno.
NOTE: prima dell’inizio della gara il presidente biancoblù Filippo Vergnano ha consegnato un mazzo di fiori a Barysevich, infortunata domenica scorsa a Conegliano. Presenti circa 1000 spettatori. Durata set: 26’ 26’, 30’, 24’. Errori in battuta: 11-9. Ace: 5-6. Ricezione positiva: 57%-63%. Ricezione perfetta: 42%-44%. Positività in attacco: 37%-41%. Errori in attacco: 10-12. Muri vincenti: 4-17.
MVP: Carcaces.
La cronaca
Primo set – Serrato punto a punto fino al 10-10 quando un colpo vincente di Bosetti e un attacco di Perinelli che non trova il tocco a muro danno per la prima volta a Casalmaggiore il doppio vantaggio. La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 rientra immediatamente con Angelina e De La Caridad Silva che con un ace confermato dal videocheck dà anche alle biancoblù il 13-12. Sul 15-13 (mani out di Angelina) coach Gaspari chiama time-out, alla ripresa del gioco la sua squadra ritrova subito la parità. Il set si decide quando sul 18-18 alcuni errori non forzati delle padrone di casa facilitano il compito alle lombarde che strappano a 19-23. Sul 21-24 Perinelli annulla una palla set, nello scambio successivo Cuttino buca il muro da posto 4 firmando il 22-25.
Secondo set – La Reale Mutua Fenera Chieri ’76 parte benissimo, ma sul 9-4 l’Èpiù Pomì Casalmaggiore entra in temperatura, rimonta e pareggia a 10 con Carcaces. Si prosegue punto a punto fino al 18-18, quando due muri delle lombarde valgono il 18-20. La squadra di Sinibaldi resta aggrappata al set fino al 21-22: dopo il muro di Skorupa su Perinelli, due ace consecutivi di Carcaces all’incrocio delle linee chiudono la frazione 21-25.
Terzo set – Sul 4-6 De La Caridad Silva cede il posto a Dapic. Dopo il 6-6 firmato proprio dalla croata, da 9-9 Chieri allunga a 12-9 ma subito viene ripresa dalle ospiti (12-12). Nuovo strappo biancoblù da 19-19 a 22-19 (Angelina, errore in attacco di Cuttino e ace di Perinelli). Da 23-20 (Dapic) la squadra di Gaspari recupera lo svantaggio con Carcaces e Kakolewska. Un’ingenuità di Carcaces in attacco dopo una fortunosa difesa di spalla dà a Chieri la prima palla set, che la stessa Carcaces annulla. Angelina realizza il 25-24, quindi l’attacco fuori di Carcaces conclude la frazione 24-26.
Quarto set – Il punteggio resta in relativo equilibrio soltanto fino al 6-7: qui Casalmaggiore prende il sopravvento, incrementa progressivamente il vantaggio e si impone in scioltezza 15-25 alla seconda palla match su servizio lungo di Dapic. Inutili i tanti cambi tentati da coach Sinibaldi nel corso del set.
I commenti
Marco Sinibaldi: «Nel quarto set avevamo finito la benzina per le energie mentali spese nel terzo set. Sono contento perché abbiamo tenuto testa a una squadra che la scorsa settimana ha battuto Scandicci: tranne il muro, numericamente parlando le percentuali si assimogliano abbastanza. Stiamo lavorando per crescere sulla parte finale dei set. Sono contento che la ricezione, su cui abbiamo lavorato molto in settimana, è migliorata e ha permesso a Poulter di distribuire meglio il gioco. Queste partite sono per noi un banco di prova: speriamo di arrivare in queste condizioni alle partite che conteranno per prenderci i punti che ci servono. Sono contento di tutte le ragazze e positivo».
Marco Gaspari: «Ero arrabbiato per la mancanza di disciplina a muro e difesa. Stiamo crescendo molto sulla fase di battuta, ma quando ci sono situazioni di gioco in cui sappiamo le nostre competenze ma non le mettiamo in pratica, ci ritroviamo a dover combattere punto a punto nel terzo set. Sono contento di com’è andata la partita, stiamo cercando di velocizzare un gioco che all’inizio del campionato non poteva essere così. Quando spingiamo e siamo attenti nei fondamentali, siamo una squadra che può dare fastidio. Ci sono aspetti positivi e altri negativi, la cosa che mi rende felice è che quelli negativi sono quelli su cui stiamo improntando gli allenamenti e ci sono dei progressi».
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Reale Mutua Fenera Chieri ’76

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here