Prosegue la stagione dei Giaguari Torino

Altro impegno in trasferta, sempre in Emilia, per i Giaguari Torino che, sabato sera al Torelli di Scandiano

prosegue-stagione-giaguari-torino
Credito foto: Andrea Donati

Altro impegno in trasferta, sempre in Emilia, per i Giaguari Torino che, sabato sera allo stadio Torelli di Scandiano (RE), affronteranno gli Hogs Reggio Emilia, al loro debutto stagionale.

La partita di Ferrara ha portato ai Giaguari la vittoria sperata alla vigilia, ma ha anche confermato che i torinesi, soprattutto per quanto riguarda l’attacco, devono ancora fare un po’ di rodaggio.

È stata una domenica particolarmente difficile per il quarterback torinese Nicholas Dalmasso, che ha messo a segno due dei tre touchdown della propria squadra, ma ha anche faticato non poco nel gioco aereo, trovando una buona intesa con Davide Naretti ma lasciando anche tre palloni nelle mani degli avversari che testimoniano di come l’affiatamento tra il quarterback ed i propri ricevitori non sia ancora al meglio. Obiettivo di questa trasferta sarà, ovviamente, quello di aumentare la percentuale di completi migliorando timing ed intesa con i propri ricevitori a partire da Andrea Serra, con cui lo scorso anno Dalmasso formava un asse importante per l’attacco giallonero.

Abbandonato ormai da qualche anno il sistema Wing-T che li aveva resi una squadra sempre molto rognosa da affrontare, gli Hogs rappresentano un po’ un’incognita, quest’anno. Dopo aver perso il treno dei playoff all’ultima giornata lo scorso anno, i reggiani si presentano ai nastri di partenza senza alcuni giocatori approdati a Parma, Modena, Bologna e Verona ed una giovanile condivisa con i Panthers che ha portato comunque alla crescita di buoni prospetti. Sabato sera anche per loro sarà un banco di prova importante per misurare la propria consistenza e calibrare, di conseguenza, le ambizioni per questa stagione 2022.

I reggiani partiranno sicuramente con il vantaggio di aver già potuto osservare i Giaguari nella partita di domenica scorsa con le Aquile e preparare la partita di conseguenza, ma i ragazzi di John Harper hanno sicuramente la capacità e la qualità per superare questo piccolo ostacolo in più.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here