Serata magica: Alba supera la capolista Omegna, tripudio biancorosso al Pala 958

L’Olimpo Basket Alba si regala una serata magica superando la capolista Omegna in un Pala 958 tutto esaurito

L’Olimpo Basket Alba si regala una serata magica superando la capolista Omegna in un Pala 958 tutto esaurito! Non bastano le assenze di Bartolomeo e quella di Terenzi a frenare l’energia biancorossa; in una cornice di pubblico delle grandi occasioni i ragazzi di coach Jacomuzzi si regalano una prestazione difensiva incredibile, limitando la corazzata avversaria a soli 49 punti.
La partita
Alba ospita Omegna al Pala 958 nella sfida più difficile del campionato. All’andata il 91-59 per la Paffoni non lasciava adito ad interpretazioni e per di più questa sera Terenzi non sarà della partita, oltre alla vacanza lasciata anche da De Bartolomeo per l’infortunio al crociato. L’atmosfera non è però quella di una vittima sacrificale, gli spalti sono gremiti in ogni dove, compresa una nutrita rappresentanza ospite.
Come lecito attendersi Omegna cavalca Balanzoni nel pitturato (2-4), ma la difesa langarola è asfissiante e concede poco. In velocità Coltro, Rossi e Antonietti confezionano l’11-4 su cui arriva la sospensione di Salvemini. Antonietti però regalo spettacolo con l’assist immaginifico per Tarditi: 13-4! Omegna prova la carta della zona e inizia a collezionare un rimbalzo in attacco dietro l’altro. Così i rossoverdi con Rizzitiello tornano in scia: 15-11. Due palle perse dei padroni di casa permettono anche allo stesso Rizzitiello di firmare il sorpasso sulla sirena del primo periodo: 15-17.
Alba non trova soluzioni contro la zona, allora, sempre guidata dal reparto lunghi, la Padroni prende fiducia: 20-23. Due triple di Rossi sbloccano l’empasse, prima del passo e tiro di Coltro che vale il 30-23. Jacomuzzi deve fare i conti con i problemi di falli di Tarditi (3) e Antonietti (2) ma ci pensa Giorgi a muovere lo score (34-25). Con tre secondi da giocare Alba recupera palla e il cast ti coast di Coltro brucia il buzz dell’intervallo: 36-25! I langaroli si avviano negli spogliatoi tra gli applausi e gli “Alba! Alba!” che piovono dagli spalti.
Balanzoni prova a guidare la rimonta dopo la pausa lunga, ma Antonietti non ci sta e sul 41-31 è nuovamente time-out Salvemini. Coltro e Giorgi però rispondono, poi Tarditi ben smarcato inchioda il 47-35! Nell’altra metà campo le collaborazioni biancorosse funzionano sempre al meglio e la Fulgor si impantana. Invece Ielmini non sbaglia sul taglio a ricciolo (49-35). Rossi poi si avventa sul pallone e in contropiede schiaccia il 51-35 che fa saltare tutto in piedi il Pala 958! Salvemini è una furia, ma il suo time-out a 50 secondi dal termine della frazione non smuove il tabellone elettronico al trentesimo: 51-35.
Coltro ipnotizza la difesa con una gran giocata ed è 53-35 in apertura dell’ultima frazione. La Fulgor sembra scivolare via, ma ecco uno 0-5 che riapre subito i giochi (53-40). Arrigoni prosegue il parziale mentre Alba si divora un paio di canestri da sotto: 53-42. Rossi sblocca i langaroli con le ultime energie. La giocata decisiva arriva di lì a poco dalle mani di Coltro, attaccando la linea di fondo verso sinistra. Palleggio, arresto, tiro ed è solo retina: 57-42! La Fulgor non regala le battute finali, ma il 57-46 arriva a quaranta secondi dalla fine ed è troppo tardi. Il pubblico è già tutto in piedi a festeggiare a suon di ovazioni il grande colpo langarolo. Prima della sirena c’è ancora tempo per il tiro libero del 2002 Tagliano che suggella e sigilla una serata magica: l’Olimpo Basket Alba batte la capolista Fulgor Omegna 58-49!
I langaroli trionfano così nella serata forse meno attesa, nelle condizioni forse più proibitive, ma con un’energia sicuramente incontenibile ed un lavoro encomiabile nella propria metà campo. Una sfida a punteggio basso viene sorprendentemente condotta praticamente dall’avvio dai padroni di casa, che murano ogni tentativo avversario di ricucire e festeggiano il quarto successo di fila. Serviva andare oltre i proprio limiti e questa sera è proprio quello che i langaroli hanno fatto.
La Serie B Old Wild West continua!
Ufficio Stampa Olimpo Basket Alba
Pietro Battaglia
Tabellino
Olimpo Basket Alba – Paffoni Fulgor Omegna 59-48 (15-17, 21-8, 15-10, 8-13)
Olimpo Basket Alba: Mattia Coltro 18 (7/10, 0/5), Tommaso Rossi 15 (3/6, 2/6), Gianluca Giorgi 11 (2/5, 1/1), Luca Antonietti 6 (3/10, 0/1), Emanuele Tarditi 4 (2/6, 0/3), Andrea Danna 2 (1/2, 0/2), Alberto Ielmini 2 (1/2, 0/2), Danilo Tagliano 1 (0/0, 0/0), Diego Terenzi 0 (0/0, 0/0), Enrico Richetta 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 15 – Rimbalzi: 45 6 + 39 (Emanuele Tarditi 10) – Assist: 12 (Mattia Coltro 4)
Paffoni Fulgor Omegna: Jacopo Balanzoni 10 (4/10, 0/1), Nelson Rizzitiello 10 (4/9, 0/4), Alessandro Grande 9 (2/10, 1/9), Guido Scali 6 (3/4, 0/4), Adrian Chiera 6 (3/6, 0/3), Marco Arrigoni 4 (2/4, 0/1), Edoardo Di emidio 3 (1/3, 0/3), Filippo Manzani 0 (0/0, 0/0), Lorenzo D’alessandro 0 (0/0, 0/0), Bertrand Ndzie 0 (0/0, 0/0), Simone Carnaghi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 8 – Rimbalzi: 41 11 + 30 (Jacopo Balanzoni 8) – Assist: 4 (Jacopo Balanzoni, Alessandro Grande, Marco Arrigoni, Edoardo Di emidio 1)
Foto: Archivio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here