Sestriere: Gelindo Bordin rivive le sue emozioni sportive al Colle

Anche quest’anno Bordin è salito al Colle dove ha incontrato il Sindaco di Sestriere, Gianni Poncet, e il Presidente del Sestriere Sport Center, Gianfranco Martin. Ha fatto visita alla nuova pista di atletica di Sestriere, inaugurata recentemente, e divenuta un punto di riferimento per tanti atleti che cercano una preparazione di qualità in altura.

Il campione olimpico a Seoul 1988, il primo italiano a vincere la maratona olimpica, ogni anno raggiunge Sestriere, a cavallo di ferragosto, per trascorrere un periodo di soggiorno con la famiglia. Una località speciale per lui: su queste montagne, oggi territorio dell’Unione Montana Comuni Olimpici Via Lattea, ha preparato i suoi più grandi successi in carriera. Non a caso il Comune di Sestriere ha intitolato, da diversi anni, a suo nome il Sentiero Bordin dove Gelindo era solito allenarsi.
Anche quest’anno Bordin è salito al Colle dove ha incontrato il Sindaco di Sestriere, Gianni Poncet, e il Presidente del Sestriere Sport Center, Gianfranco Martin. Ha fatto visita alla nuova pista di atletica di Sestriere, inaugurata recentemente, e divenuta un punto di riferimento per tanti atleti che cercano una preparazione di qualità in altura.
“Oggi ho calpestato la nuova pista di atletica del Sestriere – ha commentato Bordin – il manto blu con la meravigliosa cornice della cime che la circondano mi ha riportato indietro nel tempo quando, nel 1988, percorrendo i tracciati delle valli del territorio, ho costruito l’impresa di Seoul. Allora la pista raccontava, con il meeting internazionale, imprese di grandissimi campioni ed era la sede di allenamento dei più grandi talenti del mezzofondo italiano. Questo meraviglioso anello, posto a 2000 metri sul livello del mare, era il mio punto di riferimento quando, dopo aver consumato i miei 40 km quotidiani, raggiungevo i miei compagni di nazionale che, giro dopo giro e giorno dopo giorno, costruivano le basi per i loro successi. Su quella pista io mi limitavo a qualche lavoro di rifinitura o di velocità ma spesso era anche un modo, con dei passaggi intermedi, di verificare la mia velocità durante i lavori sulle lunghe distanze. Oggi mi torna alla mente quel gruppo di ragazzi, seduti sopra il manto sintetico del campo da calcio, che condividevano il momento degli allenamenti appena finiti. Siamo stati una generazione di talenti che tanto ha dato all’atletica italiana e, il centro sportivo del Sestriere, era una sede di eccellenza per la nostra preparazione estiva. Oggi completamente rinnovato, questo centro sportivo, perfetto per le preparazioni in quota, dovrebbe tornare ad ospitare i nostri talenti, perché pochi posti nel mondo offrono tante opportunità per raggiungere la forma migliore e conseguire grandi successi. Un’eccellenza tutta italiana che merita di ospitare i nostri atleti per farci rivivere grandi emozioni”.
“Ringrazio Gelindo che ha Sestriere nel cuore e viene sempre a trovarci ogni estate. Grazie anche per i bellissimi ricordi che ci ha trasmesso. Sicuramente, insieme a Gianfranco Martin e a tutti gli sportivi, faremo tutto ciò che servirà per consentire a tutti gli atleti di poter preparare grandi imprese sfruttando i benefici della preparazione e della permanenza in alta quota. Le sue parole e idee saranno preziose per andare avanti e gettare le basi affinché questo impianto e tutti i nostri percorsi e strutture in quota possano tornare ad essere un riferimento per tutti gli sportivi” – ha commentato il Sindaco Gianni Poncet.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Comune di Sestriere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here