M’illumino di meno Almese 2018, il resoconto dell’incontro

Si è svolta venerdì 23 febbraio la serata organizzata dal Comune di Almese nell’ambito dell’iniziativa “M’illumino di meno”, l'iniziativa di Caterpillar e Radio2

Si è svolta venerdì 23 febbraio la serata organizzata dal Comune di Almese nell’ambito dell’iniziativa “M’illumino di meno”, l’iniziativa di Caterpillar e Radio2 che, in questa edizione 2018, è stata dedicata alla bellezza del camminare come strumento per incentivare il risparmio energetico e l’adozione di stili di vita più sostenibili.
L’incontro, svoltosi presso la Sala Consiliare del Comune di Almese, ha riscosso un’ottima partecipazione: i presenti, rigorosamente a lume di candela, hanno ascoltato gli interventi di esperti e autorità sull’importanza dell’andare a piedi per contribuire alla salvaguardia della Terra … e della propria salute.
“Camminare per raggiungere simbolicamente la luna a piedi (e sono 555 milioni di passi): questo il tema su cui dobbiamo riflettere – afferma Franco Chirio, delegato della Federazione Italiana Escursionismo -. Spostarsi a piedi non solo porta benefici alla salute e alla mente, ma è il primo passo verso il risparmio energetico, a cui ognuno di noi può contribuire quotidianamente, senza sforzi eccessivi. Perché per salvare la Terra bisogna cambiare passo ed è bene che tutti ne comprendano l’importanza per cominciare ad agire”.
“Iniziative come queste, anche se simboliche, servono a ricordarci che tutto parte dai nostri gesti quotidiani – sostiene Luca Mercalli, meteorologo e divulgatore scientifico almesino -. “Per ridurre la nostra impronta ecologica e diventare ‘più sostenibili’, basterebbe che ognuno di noi adottasse semplici accorgimenti. Ne è un esempio l’illuminazione a led, che è sicuramente un passo importante che ha i suoi benefici, ma bisogna stare attenti a non incombere nel paradosso di Jevons, secondo cui i miglioramenti tecnologici che aumentano l’efficienza di una risorsa possono fare aumentare il consumo. Questo perché gli utenti si convincono che, spendendo di meno , possono consumare di piu’ . La vera sfida è sviluppare nuove tecnologie ma nel contempo educare le persone a limitare gli sprechi”
“Come Comune siamo felici di aver aderito anche quest’anno all’iniziativa di Rai Radio 2 – afferma il Sindaco Ombretta Bertolo -. “Oltre ad indurci a riflettere, la serata è stata anche l’occasione per presentare ai cittadini il nuovo piano di illuminazione pubblica a led, frutto di un lavoro triennale che prevederà l’acquisizione della totalità dei pali da Enel So.l.e. da parte del Comune. Il risparmio energetico sara’ gestito direttamente dall’Amministrazione, ma la realizzazione dell’opera sara’ affidata in appalto al vincitore della gara pubblica che verra’ indetta per l’occasione. Tra gli obiettivi del progetto, rendere conformi gli impianti con le attuali normative vigenti, eliminare la promiscuità elettrica degli impianti e i pagamenti ‘a forfait’, ridurre l’inquinamento luminoso, tenendo presente la sicurezza sia per il traffico veicolare che per la vita notturna, ottenere un risparmio gestionale ed energetico, che si traduce in una maggiore salvaguardia dell’ambiente. Ma l’illuminazione a led non è l’unica novità che interesserà il nostro territorio: è stato infatti illustrato il nuovo progetto che vedrà l’installazione di una stazione bike-sharing per la condivisione di bici elettriche, un progetto PEDIBUS costruito con le scuole di Almese che interessera’ piu’ di 300 bambini e il collegamento tramite percorso ciclabile tra il territorio del nostro Comune con Avigliana, per migliorare la mobilità quotidiana e per offrire un nuovo servizio del tutto sostenibile a cittadini e turisti. Il costo totale di realizzazione del servizio, che include gli interventi relativi alla segnaletica informativa e alle attività di promozione e comunicazione, è di 102 mila euro. Nuovi e importanti passi che renderanno Almese un Comune sempre più sostenibile.”
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Comune di Almese

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here