Commemorazione Carabiniere Andrea Filippa Tetti Francesi, caduto a Nassiriya

Forte e commossa la partecipazione di tutta la comunità rivaltese che, domenica 11 novembre, si è ritrovata a Tetti Francesi per ricordare il concittadino Andrea Filippa

Forte e commossa la partecipazione di tutta la comunità rivaltese che, domenica 11 novembre, si è ritrovata a Tetti Francesi per ricordare il concittadino Andrea Filippa, appuntato dei Carabinieri caduto il 12 novembre del 2003 nell’attentato alla base “Maestrale” di Nassiriya in Iraq durante la Seconda guerra del Golfo.
In occasione del 15esimo anniversario della strage, l’amministrazione comunale ha voluto donare alla città una  nuova stele dedicata alla memoria di Andrea. La cerimonia si è svolta in piazza Filippa a Tetti Francesi.
La stele, coperta dal Tricolore, è stata scoperta dal Sindaco Nicola de Ruggiero, dal Comandante della stazione dei Carabinieri di Orbassano   Luogotenente Antonio  Vitale, dal Presidente del Consiglio comunale Giuseppe Tommasino   e della moglie di Andrea, Monica Cabiddu. Alla cerimonia ha partecipato anche il Maggiore  Antonio De Siena, Comandante della Compagnia di Moncalieri. Prima di scoprire il   monumento un momento di preghiera con don Paolo Alesso, parroco di Tetti Francesi.
Andrea Filippa  era entrato nell’Arma giovanissimo, appena compiuti 19 anni. Faceva parte del Tredicesimo Battaglione del Friuli Venezia-Giulia e tra i suoi commilitoni era uno dei più esperti di missioni all’estero.
Dopo un periodo al Battaglione di Moncalieri e dopo la scuola allievi di Campobasso, aveva infatti passato gli ultimi otto anni fuori dall’Italia. E sempre in missioni ad alto rischio: la Bosnia, il Kosovo, il Guatemala. E poi l’Iraq.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here