Controlli Polizia di Stato Porta Palazzo Torino, il bilancio

Personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato Dora Vanchiglia ha effettuato nell’ultima settimana accurati e serrati controlli.

PoliziaPersonale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato Dora Vanchiglia ha effettuato nell’ultima settimana accurati e serrati controlli.
Secondo quanto spiegato, coadiuvati da operatori del locale Reparto Prevenzione Crimine e delle unità cinofile, gli agenti hanno focalizzato il loro intervento presso l’area mercatale di Porta Palazzo, Piazza della Repubblica, corso Regina Margherita, via Cottolengo e nel primo tratto di Corso Giulio Cesare, fino a Corso Emilia. Tre persone sono state arrestate ed è stato eseguito un ordine di carcerazione.
In base a quanto appurato, in differenti contesti, si sarebbe proceduto al rinvenimento e sequestro di sostanza stupefacente, con l’ausilio dei cani poliziotti Akira, Buster ed Oka, che hanno individuato sostanza stupefacente, in particolare hashish, occultata con stratagemmi anche all’interno di alloggi privati, per un peso che supera complessivamente i 4 kg.
Nel primo caso, i panetti di stupefacente, quasi 1 kg, sono stati rinvenuti all’interno dell’androne di un edificio, nascosti nelle buche delle lettere e dentro al cestino di una bici lì parcheggiata.
In un altro, ne sarebbe stato in possesso un cittadino marocchino di 50 anni regolarmente residente in Italia, che alla vista degli agenti ha cercato di nascondersi. Fermato, è stato trovato in possesso di seicento grammi di hashish.
In corso Giulio Cesare,  personale del Reparto Prevenzione crimine ha tratto in arresto un pusher trovato in possesso di 2 panetti di hashish e della somma in contanti di oltre ottocento euro in banconote di piccolo taglio.
Tra corso Regina Margherita e Via Cottolengo è stato, inoltre, individuato  un cittadino marocchino di 47 anni destinatario di ordine di carcerazione.
Infine, grazie all’infallibile fiuto di un cane poliziotto, veniva individuata una mansarda in via Gerdil, al cui interno, fra le travi di legno, erano occultati ben 23 panetti di hashish per un peso complessivo di 2400 Kg.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here