Controllo Guardia di Finanza aeroporto Caselle Torino, evasori individuati grazie a “Zeby”

Sei di questi, tra cui una cittadina rumena in partenza per Bacau con oltre 12mila euro in contanti per i quali non è riuscita a giustificare la provenienza

gdfIntensificati negli ultimi mesi i controlli presso l’Aeroporto Internazionale “Sandro Pertini” di Caselle Torinese.
Secondo quanto spiegato, i Finanzieri della Tenenza Aeroportuale e funzionari dell’Agenzia delle Dogane, nel corso delle ultime due settimane hanno fermato una decina di soggetti di differenti nazionalità che tentavano di superare i confini doganali con al seguito valuta non dichiarata.
In base a quanto appurato, la stragrande maggioranza dei fermati proveniva dal continente asiatico quelli in partenza, invece, per Casablanca per il Cairo e per Bacau, in Romania. Fondamentale per la riuscita degli interventi, si è rilevata la presenza ed il fiuto del “cash-dog” Zeby che ha consentito di individuare un flusso monetario superiore a 100mila euro. Le investigazioni degli inquirenti sono naturalmente proseguite al fine di delineare la posizione fiscale dei soggetti fermati: sei di questi, tra cui una cittadina rumena in partenza per Bacau con oltre 12mila euro in contanti per i quali non è riuscita a giustificare la provenienza, sarebbero risultati essere evasori totali, mentre i restanti avrebbero dichiarato redditi irrisori rispetto alle somme trasportate, presumibilmente frutto di attività illecite ovvero di prestazioni lavorative pagate in nero.