Fondi Borgate alluvionate Moncalieri, le novità

In questi giorni stanno arrivando nelle case dei moncalieresi colpiti dall'alluvione 2016, le raccomandate con il vademecum su come agire per avere i rimborsi

In questi giorni stanno arrivando nelle case dei moncalieresi colpiti dall’alluvione 2016, le raccomandate con il vademecum su come agire per avere i rimborsi, già assegnati da un punto di vista formale.
Bisognerà aver eseguito almeno il 30% degli interventi su immobili o proprietà danneggiate e su cui è stato riconosciuto il rimborso. Qualora, per motivi personali, non sia stato possibile anticipare i soldi, le famiglie coinvolte potranno far partire comunque i lavori, fatturando direttamente al Comune.
L’ammontare dei rimborsi, come è noto, copre però solo fino all’80% dei danni subiti, alcuni anche meno. Ecco perché i direttivi delle Borgate coinvolte nel disastro del 2016 hanno scritto in Comune, chiedendo che vengano anche sbloccati i soldi messi da parte dall’amministrazione, nel cosiddetti “fondo alluvionati”.
Circa 350 mila euro che il Comune ha intenzione sì di elargire, ma dopo la conclusione di questa prima fase dei rimborsi. Con modalità ancora da stabilire.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here