Interventi Guardia di Finanza contro slot machine Torino, gli stratagemmi più strani

Geniale la trovata, ideata in un bar della Provincia, di nascondere la slot abusiva all’interno di una anonima valigetta 24 ore

Una trentina di interventi solo negli ultimi mesi, un centinaio di videoslot sequestrate, oltre un milione di sanzioni inflitte, accertata un’evasione fiscale per oltre quattro milioni di euro. Ma ancora lotterie clandestine, detenzione illegale di armi e decine di soggetti identificati, molti dei quali già noti alle Forze dell’Ordine.
Sono alcuni dei numeri di un’attività della Guardia di Finanza di Torino che negli ultimi mesi ha controllato, sale giochi, bar tabaccai sparsi un po’ in tutta la Provincia Torinese. Numeri, ma non solo.
I Finanzieri del Gruppo Torino nel corso degli interventi si sono trovati difronte anche a variegati e a volte pittoreschi stratagemmi per occultare le slot illegali e sviare così i controlli.
Come quella volta in cui il titolare di un bar spegneva e accendeva gli apparecchi con una sorta di telecomando a distanza così da farli sembrare inattivi in caso di “necessità”, o ancora, quando il gestore di un locale aveva cautelato le slot all’interno di una stanza attigua al locale dotata di porta blindata così da permettere l’ingresso solamente ai clienti “selezionati”.
Geniale anche la trovata, ideata in un bar della Provincia, di nascondere la slot abusiva all’interno di una anonima valigetta 24 ore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here