Modifiche linea Chivasso-Aosta, ieri la firma del Sindaco Ciuffreda

Il miglioramento delle opere sostitutive dei cinque passaggi a livello sulla Torino – Milano, rispetto a quanto previsto dalla convenzione del 2011, prevede una nuova viabilità che corre a es

Canale_cavour_opera_presa_chivassoEliminazione di tre passaggi a livello sulla linea Chivasso – Aosta e miglioramento delle opere sostitutive dei cinque passaggi a livello sulla linea Torino – Milano nel territorio del Comune di Chivasso.
E’ l’oggetto della modifica alla Convenzione del 15 marzo 2011 firmata oggi dal Sindaco di Chivasso, Libero Ciuffreda e dal Responsabile programma soppressione passaggi a livello della Direzione Investimenti di Rete Ferroviaria Italiana, Gianluigi De Carlo. I tre passaggi a livello della Chivasso – Aosta, situati sulle vie Blatta, Regione Pozzo e Regione Prato del Signore saranno sostituiti da un cavalcaferrovia che si innesta, attraverso una nuova viabilità di raccordo, alla “strada del pozzo” che sottopassa l’autostrada Torino – Milano e l’adiacente linea Alta Velocità.
Inoltre, sarà realizzato un sottopasso ciclo pedonale a sud dell’attuale passaggio a livello di via Blatta. Il miglioramento delle opere sostitutive dei cinque passaggi a livello sulla Torino – Milano, rispetto a quanto previsto dalla convenzione del 2011, prevede una nuova viabilità che corre a est parallelamente al cavalcaferrovia e l’innesto su via Casale e l’adeguamento della viabilità di via S. Giovanni in frazione Castelrosso per l’innesto alla SS 11 a nord dei binari. Inoltre, è prevista l’installazione di ascensori a servizio delle passerelle di via Paleologi e via Mazzè.
Il collegamento tra via Roma e via Caluso sarà garantito dalla passerella pedonale che sarà interessata da importanti interventi di miglioramento. Investimento complessivo 25,5 milioni di euro, di cui 1,8 messi a carico del Comune di Chivasso. Inoltre, è stato inaugurato oggi il tratto di strada tra via Mazzè e la frazione Torassi che consente la piena funzionalità, del collegamento tra la nuova rotatoria di via Mazzè e via Rivera dopo l’apertura parziale, solo per i residenti della zona lato Torassi, avvenuta lo scorso 31 gennaio.
Foto: wikipedia.org