Rapina fuori da discoteca Torino, vittima picchiata violentemente risponde a coltellate

Il 20enne, invece, giudicato guaribile in trenta giorni, è stato denunciato in stato di libertà per lesioni aggravate.

polizia-4Quando gli agenti sono arrivati alle sei del mattino, hanno trovato la vittima in un giardino di una ditta claudicante, ferito al volto e con un taglio sull’orecchio.
Secondo quanto spiegato, il giovane, un 20enne italiano, già noto alle Forze dell’Ordine, ha detto di essere stato aggredito all’esterno di una discoteca da due persone che gli avevano portato via zaino e portafogli. Accanto al ragazzo, gli agenti avrebbero ritrovato un coltello a serramanico aperto e con la lama sporca di sangue.
Nei pressi della discoteca, la vittima avrebbe subito indicato agli agenti uno dei suoi due aggressori: un italiano di 33 anni con precedenti. Di lì a poco, gli agenti della Squadra Volante avrebbero individuato anche il secondo rapinatore, un italiano di 27 anni anch’egli con precedenti a carico. Quest’ultimo è stato trovato in possesso di un portafogli contenente i documenti della vittima.
Come ricostruito dagli agenti, i due, a causa di un presunto credito, avrebbero inseguito all’esterno della discoteca il 20enne e lo avrebbero colpito ripetutamente, fino a impossessarsi del suo portafogli e del suo zaino. La vittima avrebbe però reagito colpendo con un fendente al costato uno dei due aggressori, più precisamente il 27enne. Quest’ultimo dopo essere stato tratto in arresto per rapina aggravata in concorso con il suo complice, è stato ricoverato in ospedale sotto osservazione per la coltellata ricevuta. Il 20enne, invece, giudicato guaribile in trenta giorni, è stato denunciato in stato di libertà per lesioni aggravate.