Rapina profumeria piazza Solferino Torino, arrestato grazie a ubriacatura molesta

L’agente di Polizia avrebbe riconosciuto immediatamente l’uomo sia dai tratti somatici che per la presenza di alcuni tatuaggi sulle mani

Si era reso autore di una violenta aggressione, l‘8 Novembre scorso, ai danni di un poliziotto del Commissariato San Secondo intervenuto a seguito di una rapina effettuata da tre soggetti stranieri all’interno della profumeria di Piazza Solferino.
Secondo quanto spiegato, i due complici erano stati tratti in arresto in flagranza, ma lui era riuscito a scappare dopo la violenta colluttazione con il poliziotto ed a rendersi irreperibile. In base a quanto appurato, il 30 Novembre u.s., personale dell’Ospedale Mauriziano ha contattato il 112 N.U.E. segnalando la presenza, in Pronto Soccorso, di un soggetto molesto che, dimesso poco prima, era ritornato accompagnato da un’ambulanza, in evidente  stato di alterazione alcolica, ed avevo iniziato a minacciare il personale infermieristico.
A giungere sul luogo, proprio una Volante del Commissariato San Secondo con a bordo il poliziotto vittima, 3 settimane fa,  dell’aggressione, in cui aveva riportato contusioni per una prognosi di 11 giorni.
L’agente di Polizia avrebbe riconosciuto immediatamente l’uomo sia dai tratti somatici che per la presenza di alcuni tatuaggi sulle mani; si tratta di un cittadino rumeno 40enne, senza fissa dimora, con numerosissimi precedenti specifici per reati contro la persona ed il patrimonio.
L’uomo, anche questa volta avrebbe opposto, inizialmente, resistenza nei confronti degli operatori e li avrebbe minacciati; successivamente, in un momento di calma, avrebbe ammesso di essere fra gli autori della rapina avvenuta l’8 novembre scorso presso la profumeria. Il soggetto è stato sottoposto a fermo di p.g. per rapina aggravata in concorso e denunciato per minaccia e resistenza a P.U.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here