Rapinatori seriali Rivoli, farmacie tabaccherie e distributori di benzina

Carabinieri-300x199I Carabinieri di Torino hanno arrestato una coppia di rapinatori seriali di farmacie, tabaccherie e distributori di benzina che aveva terrorizzato i commercianti dell’area ovest della provincia torinese.

 

Due giardinieri italiani, uno al momento è disoccupato, sono stati arrestati. Hanno messo a segno otto rapine, ma molti altri episodi sono ancora da verificare, e quattro furti d’auto (utilizzate per i colpi).

 

Dai sistemi di sorveglianza le immagini con le minacce a farmaciste, benzinai e cassiere, con pistola in pugno, machete o un grosso coltello da giardiniere, sotto gli occhi spaventati dei clienti, tra cui bambini. Sotto la lente d’ingrandimento dei militari decine di rapine avvenute in provincia (negozi di abbigliamento e bar).

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Marocchino accoltellato fuori da una discoteca a Sant’Ambrogio, sabato sera tra alcol e sangue

Lite e pugni piazza Cavour Torino, all’origine di tutto una bicicletta

Parcheggiatori abusivi Molinette Torino e spaccio di droga, dieci arresti

Arresto parcheggiatori abusivi Torino davanti ospedale Molinette, presi 5 rom

Massimiliano Rambaldi