Protesta lavoratori ippica tangenziale Torino, finanziamenti pubblici ridotti di due terzi

L’ippica non sta passando il periodo migliore della sua esistenza. A testimoniarlo, è stata l’ennesima protesta degli addetti ai lavori, svoltasi ieri mattina lungo la tangenziale di Torino ed alcune strade limitrofe.

 

La sollevazione è stata pacifica, e ha visto sfilare decine di manifestanti alla guida di altrettanti veicoli condotti a passo d’uomo, al fine di tenere il passo degli splendidi cavalli presenti, vere “celebrità” della protesta.

 

L’inusuale corteo si è snodato dapprima tra gli svincoli di Debouché e Corso Regina Margherita, dopodiché in senso opposto, prima di essere deviato all’Interporto SITO a causa di un incidente mortale sulla tratta.

 

A monte di tutto, il fatto che l’ippica è uno degli sport più colpiti dalla crisi. Dopo un 2012 disastroso in tutti i sensi, con numerosi ippodromi chiusi e la federazione quasi costretta a dichiarare bancarotta, il 2013 non è incominciato meglio.

 

A gennaio, infatti, sono stati quattro gli ippodromi ad essere chiusi (San Siro, Agnano, Tor di Valle e Livorno), con una situazione sempre più insostenibile anche per chi nell’ippica ci lavora, ed  è già sul piede di guerra da più di un anno.

 

La causa principale di questo crollo verticale è la riduzione dei finanziamenti pubblici per questo sport, ridotti di due terzi tra il 2011 e il 2012 (Dati Agenzia per lo sviluppo del settore ippico, ndr).

 

Da ricordare, inoltre, come già nel 2007 era avvenuto stato lo smantellamento del TOTIP, noto gioco di scommesse legato alla previsione dei risultati ippici.

 

Nonostante le promesse di rilancio, l’ippica non riesce a vedere la fine di questo lunghissimo tunnel di crisi, con un peggio che potrebbe ancora arrivare.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacatorino.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.


VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacatorino.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Nuovo attacco cantiere No Tav Chiomonto, danneggiamenti durante nuova azione di protesta

Di Redazione

foto: wikipedia.it