Treni con carichi pericolosi fermi Candiolo, la rabbia del Sindaco

Treni con carichi infiammabili o sostanze nocive bloccati sui binari di Candiolo, davanti alle case, anche per due ore

Treni con carichi infiammabili o sostanze nocive bloccati sui binari di Candiolo, davanti alle case, anche per due ore.
Una situazione di potenziale pericolo su cui il Sindaco Stefano Boccardo ha voluto chiedere spiegazioni, segnalando la questione a Rfi attraverso una lettera inviata nei giorni scorsi. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato un convoglio che è rimasto fermo un’ora e 50 minuti con cisterne di liquido infiammabile, proprio nel tratto di binario di fronte alle case dei candiolesi.
Cittadini che hanno voluto coinvolgere il Comune, spiegando il rischio che si correva. Boccardo in quell’occasione aveva anche inviato la polizia municipale: il personale Rfi aveva parlato di “un errore nelle comunicazioni”. Il Sindaco ha chiesto a Rfi maggiori controlli e il rispetto dei protocolli di sicurezza vigenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here