Come visitare i principali musei di Torino da casa grazie a internet

Ammirare le preziose collezioni conservate nei musei torinesi anche senza doversi recare presso la capitale sabauda: ecco come fare

Il patrimonio museale di Torino è estremamente ricco e attira turisti da tutta Italia, ma fortunatamente la tecnologia sta facendo passi da gigante e rende sempre più semplice ammirare le preziose collezioni conservate nei musei torinesi anche senza doversi recare presso la capitale sabauda. Ecco tre musei di Torino che utilizzano internet per diffondere video informativi e permettere di effettuare vere e proprie visite guidate anche da casa.

Come il video simula la realtà
Internet è senza dubbio uno strumento preziosissimo e pieno di potenzialità. Tra gli utilizzi che se ne fanno sempre più spesso spicca la fruizione in versione digitale di servizi solitamente disponibili solo nel mondo fisico. A rendere tutto più facile ci viene incontro il video, metodo di comunicazione sempre più usato per offrire esperienze più simili a quelle del mondo reale senza dover uscire di casa. Solo tramite il video, infatti, i servizi digitali possono diventare veramente immersivi e possiamo entrare in contatto quasi diretto con altri utenti, con i presentatori e con ciò che ci viene mostrato. Questa tecnologia non ha caso è sempre più sfruttata; tra i settori che oggi stanno facendo sapiente uso della comunicazione video spiccano ad esempio i corsi online che non si limitano più a vendere manuali e dispense in PDF ma offrono registrazioni di vere lezioni tenute da professionisti su piattaforme come Skillshare.com.

Anche il mondo dell’intrattenimento sta sfruttando sempre di più le potenzialità dei video per offrire agli utenti esperienze sempre più realistiche e interattive. È il caso ad esempio dei casinò online elencati sul sito Casinos.it, che offrono la possibilità di sfidare altri avversari a blackjack, alla roulette e a poker durante partite in diretta in collegamento video con veri croupier. Ma non solo, anche il mondo dei concerti oggi è sempre più digital, permettendo ai fan degli artisti di assistere ai concerti dei loro beniamini anche quando questi hanno luogo dall’altra parte del mondo grazie a piattaforme come Instagram.com o grazie ad accessi esclusivi a siti dedicati. Anche il settore della divulgazione culturale ha iniziato sempre più spesso a sfruttare le potenzialità delle trasmissioni video, permettendo così agli appassionati di visitare musei e mostre senza uscire di casa e raccontando così le straordinarie storie dei reperti e delle opere esposte.

Visitare i musei torinesi online
Ovviamente, quando possibile, i musei torinesi meritano sicuramente una visita di persona. Quando però non possiamo uscire di casa siamo comunque fortunatamente in grado di passeggiare virtualmente tra le loro sale grazie ai video messi a disposizione da molte di queste strutture. Tre dei principali musei torinesi spiccano infatti per il grande numero di materiale di alta qualità oggi disponibile online che permette di visitare in maniera digitale le loro collezioni. Il primo fra questi è il MAO, cioè il Museo di Arte Orientale. Questo celebre museo ha infatti pubblicato su YouTube.com ben quarantasei video nella rubrica Appunti al MAO in cui diversi esperti accompagnano lo spettatore attraverso una visita del museo spiegando la storia e le caratteristiche di diversi manufatti esposti. Molto simile è il progetto portato avanti dalla GAM, la Galleria di Arte Moderna, che sempre su YouTube.com ha messo a disposizione ben settantacinque video nella playlist #GAMconTE. Queste registrazioni, molte delle quali dalla durata di meno di due minuti l’una, mostrano alcune delle più importanti opere esposte raccontandone i retroscena.

Non si può infine parlare di divulgazione museale online senza citare il Museo Egizio, di cui si è parlato in diversi articoli di CronacaTorino.it e che sotto la guida del direttore Christian Greco è diventato velocemente uno dei musei torinesi più digitali e moderni. Facendo sapiente uso della propria pagina su Facebook.com, il museo ha pubblicato nei mesi diverse collezioni di video che permettono di esplorare il museo in compagnia di Greco e chiamate Le passeggiate del Direttore, così come i video dedicati a una mostra temporanea pubblicati nella sotto-categoria Archeologia invisibile-Temporary Exhibition, le registrazioni di diverse conferenze tenute in collaborazione con l’associazione Amici del Museo Egizio e molti altri video di approfondimento sulla storia del museo e dei suoi personaggi più importanti. In questo modo, il Museo Egizio non solo ha creato un archivio video che permette di visitare il museo anche da casa, ma ha fatto di internet una risorsa ulteriore da utilizzare per effettuare un tipo di divulgazione che sarebbe impossibile portare avanti fra le quattro mura del museo fisico.

Grazie alla tecnologia oggi possiamo visitare diversi musei senza doverci nemmeno alzare dal divano. Anche molti musei di Torino si sono adattati a questo nuovo capitolo della divulgazione culturale, permettendo così agli appassionati di ammirare le loro collezioni tramite il video.