Petizione contro soppressione reparto Oftalmologia Ospedale Orbassano, consegnate quasi 10mila firme

La petizione passerà ora al vaglio dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale e, se ritenuta ammissibile, sarà trasmessa per competenza alla Commissione Sanità.

FirmaSono state consegnate alla vicepresidente del Consiglio regionale del Piemonte, Daniela Ruffino, il 2 marzo a Palazzo Lascaris, quasi 10mila firme a sostegno di una petizione contro la soppressione del reparto di oftalmologia dell’Ospedale San Luigi di Orbassano.
A consegnare le firme una delegazione di cittadini e amministratori locali, tra cui Daniel Cannati e Raffaele Sguazzanti, consiglieri comunali di Beinasco, e Claudio Gamba, consigliere comunale a Piossasco.
“Abbiamo avviato la raccolta firme nello scorso mese di novembre – hanno spiegato gli amministratori – quando abbiamo appreso dai cittadini che il San Luigi di Orbassano non accettava più prenotazioni per le prestazioni di oftalmologia. Abbiamo poi appreso che, con atto aziendale, il reparto sarebbe stato soppresso a partire dalla fine dell’anno. La raccolta firme è stata spontanea perché la chiusura del reparto comporta molti i disagi all’utenza, soprattutto anziana. Peraltro questa decisione ci pare un altro passo verso il progressivo depauperamento dell’ospedale del nostro territorio”.
“Con la petizione al Consiglio regionale – concludono – chiediamo che l’attività di oftalmologia al San Luigi di Orbassano venga ripristinata, anche sotto forma organizzativa diversa, come una struttura semplice, che comporterebbe un risparmio ma continuerebbe a erogare un importante servizio sul territorio”. La petizione passerà ora al vaglio dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale e, se ritenuta ammissibile, sarà trasmessa per competenza alla Commissione Sanità.