C Silver, la Planet Smart City BEA vince anche a San Mauro e difende il primo posto

Le due settimane di fermo, tra turno di riposo e stop di Pasqua, non fermano la marcia della Planet Smart City BEA, che riprende da dove aveva lasciato inanellando la quarta vittoria in quattro partite di questa strana stagione.

Le due settimane di fermo, tra turno di riposo e stop di Pasqua, non fermano la marcia della Planet Smart City BEA, che riprende da dove aveva lasciato inanellando la quarta vittoria in quattro partite di questa strana stagione. Al PalaBurgo di San Mauro va in scena una partita fisica e combattuta, in cui le due squadre non risparmiano un colpo, ma in cui i Leopardi sono praticamente sempre sopra, incassando i tentativi di rimonta locali e stringendo i denti nel finale per portare a casa un successo fondamentale su un campo complicatissimo.
Le prime battute sono di studio, con entrambe le squadre che faticano a trovare ritmo in attacco. Mosca prova a scuotere i suoi con una bimane poderosa in contropiede, e pur senza brillare i Leopardi scavano un piccolo solco grazie ad una difesa concreta e i canestri di Scalzo, Mosca e Drame. San Mauro prova a ricucire affidandosi al tiro dalla lunga di un ispirato Barberis, ma il copione non cambia, con BEA in vantaggio senza però riuscire ad allungare. Un canestro a fil di sirena di Benedicenti su assist di Scalzo, manda così le due squadre alla pausa lunga sul 26-31.
Al ritorno in campo sono i padroni di casa a uscire meglio dai blocchi di partenza, arrivando in breve fino al meno uno. Chieri sembra troppo soft per costruire in attacco contro la fisicità della difesa di casa, ma ci pensa Drame con un canestro di pura forza nel pitturato a dare i primi segnali di vita. Entrambe le squadre faticano a trovare la via del canestro, le palle perse si susseguono e il punteggio rimane bloccato per qualche minuto. È ancora una volta Mosca a suonare la carica con un appoggio ad altissima quota, con D’Arrigo e Drame che recepiscono il messaggio e lanciano gli arancioni fino al +9 (30-39). Ancora Barberis da tre cerca di ricucire, Scalzo risponde ma proprio quando i Leopardi sembrano poter scappare, una brutta botta mette k.o. Mosca, costretto a lasciare il campo a 2.30′ dalla fine delle terza frazione. Out Mosca, è D’Arrigo a prendere per mano i suoi, portando BEA sul +12 con i liberi e la tripla dal palleggio.
È ancora D’Arrigo a rispondere ai tentativi di rimonta locale, che si trovano molto spesso in lunetta. I problemi di falli diventano quindi un problema per la Planet Smart City, che si vede costretta a rinunciare anche a D’Arrigo con più di 6 minuti da giocare e 11 punti di vantaggio da difendere. Orfano dei suoi due playmaker titolari, coach Vassalli affida la redini del gioco a Fassio, che risponde con un bel floater da centro area. Gli ultimi 5′ sono una vera e propria battaglia di nervi: San Mauro tenta in tutti i modi di rientrare guidata da un Barberis scatenato, arrivando fino al -5 con 2′ da giocare. Nel momento più difficile ci pensa il Capitano a prendersi la squadra sulle spalle: prima la tripla, poi un canestro di puro tocco da centro area e quindi l’assist per la bomba di Scalzo che piega definitivamente le velleità dei locali. 53-61 il finale.
Un successo fondamentale su un campo difficilissimo per la Planet Smart City BEA, che supera un avversario sulla carta attrezzatissimo per il salto di categoria superando ogni difficoltà, dall’infortunio di Mosca ai problemi di falli di D’Arrigo, con i giovani Fassio e Tagliano bravi a farsi trovare pronti nei momenti più complicati. Impossibile non citare anche le prove del tris di lunghi Gile, Rivoira e Drame, bravi a battagliare nel pitturato con avversari tosti, e di uno Scalzo esplosivo ed efficace. Un applauso quindi a tutto il gruppo, che difende il primo posto in classifica e inizia nel migliore dei modi un trittico di partite ad alta quota che dirà molto sulle ambizioni di questo gruppo. Prossimo appuntamento domenica 18/04, ore 18.30, ancora in trasferta questa volta sul campo dell’USAC Rivarolo, uscita sconfitta dalla sfida con Vercelli dello scorso turno ma capace in questo inizio di stagione di impressionare per compattezza e qualità. Un altro step da percorrere per continuare questo viaggio in C Silver che fino ad ora ha regalato a tutto il mondo BEA non poche soddisfazioni.
L.A. SAN MAURO BASKET – Planet Smart City BEA CHIERI SSDRL 53-61
Parziali: 11-17, 26-31, 36-46.
BEA CHIERI: Benedicenti 2, Segura, Fassio 4, Scalzo 11, Stiffi ne, Gile (K) 10, Mosca 10, Drame 12, Tagliano, Rivoira, D’Arrigo 12, Dieng ne. All. Vassalli, Ass. Turetta, Acc. Monteleone.
SAN MAURO: Binovi 2, Roncarolo 8, Aresu 13, Barberis 25, Barraz 5, Pasotti, Ventricelli, Strano, Sordella, Barbaria, Nenna ne. All. Iannetti, Ass. Monaco.
Foto: PlaNetBasket
Notizie: Ufficio Stampa BEA Chieri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here