Don Bosco Crocetta, bella vittoria sull’Abet Bra

Una gran bella vittoria quella che la Crocetta stacca alla Ballin sull’Abet Bra

Una gran bella vittoria quella che la Crocetta stacca alla Ballin sull’Abet Bra.
I due punti consentono di difendere la quarta posizione e di guardare con ottimismo alle restanti tre giornate di campionato che definiranno le posizioni nella griglia playoff.
Il distacco dai braidesi, terzi, sembra difficile da colmare: mai dire mai e l’aver ribaltato la differenza-canestri chissà che tra qualche settimana non possa tornare utile.
Gli ospiti hanno assenze non da poco (Dello Iacovo e Alberti, ormai fuori per tutto il resto della stagione) ma giocano comunque una gara solidissima e di carattere e non mollano di un millimetro, arrivando nei tre minuti conclusivi ad un soffio dal completare la rimonta.
Le premesse non sono delle migliori per la Crocetta, vista la partenza a razzo dell’Abet: Cagliero, Vetrone (tripla) e Cortese (tripla) sono i protagonisti assoluti dei primi minuti di gara e dei vantaggi in progressione dei biancoblu: 2-8 al 2’, 4-14 al 4’.
L’ingresso di Fontana dà energia ai salesiani, De Simone inizia a farsi concreto e la risalita gialloverde, supportata da una fase arretrata registrata in corsa su livelli più adeguati, si fa implacabile.
L’aggancio nella prima azione del secondo quarto: un rimbalzo offensivo di Bonadio sfocia nella bomba di Giordana del 13-16.
Bergese fa -2 sul 15-17, l’Abet è in pratica ferma o quasi ma rimane in testa fino al quarto d’ora: il 21-21 arriva da Pozzato su assist di un attivissimo Conti. Che è il perno attorno a cui ruota lo spunto complessivo che mette risultato e partita nelle mani della Crocetta: Il 7-0 è completato da De Simone e Taverna: 26-21.
Qualche aggiustamento strada facendo lo attua anche l’Abet che, pur continuando a muovere poco il punteggio, si mantiene non poi così distante: 32-26 al 19’, 39-31 dopo tre di Vetrone al 22’.
De Simone recupera palla su Francione e apre per Pasqualini, autore del 41-31 del 24’. Per qualche minuto i braidesi forzano per non perdere la maniglia, senza però trovare il bersaglio. Così nella seconda metà del quarto, per tre volte, i gialloverdi raggiungono il +13: con Taverna (46-33), Pasqualini (48-35) e Maino (50-37).
Il +15 arriva al 32’ con Bergese.
Sembra fatta, ma il Bra non arretra, anzi torna ancora con determinazione sotto la doppia cifra: 59-51 al 35’.
Ci pensa Conti a smorzarne un po’ gli animi. Con Cagliero i cuneesi giocano il tutto per tutto; di Vetrone il 66-60 che a 4 dalla fine tiene i numerosi giovani tifosi salesiani accorsi sulle tribune con il fiato in gola.
È ancora capitan Conti a respingere, ma Negro a uno e mezzo dal termine dice che l’Abet se la giocherà fino in fondo: 68-62.
Un antisportivo di Taverna su Cortese è tradotto solo a metà dal play ospite: 68-63 a 30 secondi dall’epilogo.
Sul possesso addizionale è provvidenziale il recupero di Taverna su Cagliero. L’Abet non può fare altro che mandare Maino in lunetta: 2/2, +7 a -23” e fine delle trasmissioni.
DON BOSCO CROCETTA-ABET BRA 70-63
Parziali: 10-16, 32-26, 55-43
CROCETTA: Fontana 2, De Simone 13, Bonelli, Bergese 4, Pasqualini 6, Taverna 11, Conti 14, Bonadio, Maino 14, Pozzato 3, Giordana 3. All. Arioli.
BRA: Gramaglia, Bernabei 3, Mattis, Negro 4, Zabert 2, Francione 2, Gatto 7, Cagliero 15, Cortese 10, Vetrone 22, Stetco. All. Lazzari.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Don Bosco Crocetta Basket

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here