Fenera Chieri ’76 – Savallese Millenium Brescia 2 a 3 Serie A2, un punto per le chieresi

Il Fenera Chieri ’76 cede 2-3 alla Savallese Millenium Brescia di coach Mazzola, vera e propria bestia nera delle biancoblù che non hanno mai vinto contro di lui

All’inferno e ritorno, con beffa finale. Il Fenera Chieri ’76 cede 2-3 alla Savallese Millenium Brescia di coach Mazzola, vera e propria bestia nera delle biancoblù che non hanno mai vinto contro di lui e hanno rimediato oggi la nona sconfitta in altrettanti incontri. Una tradizione sfavorevole che è stata confermata in una partita niente affatto lineare in cui è successo un po’ di tutto.
Dopo un primo set disastroso le chieresi si sono riprese vincendo con merito secondo e terzo set. Nel quarto set De Lellis e compagne non sono state capaci di dare la spallata decisiva nel momento più favorevole, sul 21-24 hanno avuto la forza di annullare 3 palle set alle ospiti per poi mancare 4 match point, complici alcune fischiate arbitrali. Tie-break di nuovo opaco da parte delle chieresi e alla fine Brescia ha esultato 2-3 conquistando la prima vittoria esterna della stagione. Questa, in sintesi, la cronaca di una giornata che lascia al Fenera molto amaro in bocca, ma anche la consapevolezza di potere e dovere fare di più per essere artefice della propria fortuna.
Fenera Chieri ’76-Savallese Millenium Brescia 2-3 (14-25; 25-18; 25-18; 28-30; 11-15)
FENERA CHIERI ’76: De Lellis 3, Manfredini 14, Lualdi 10, Akrari 10, Angelina 19, Perinelli 1; Bresciani (L); Colombano, Moretto 2, Mezzi 10. N.e. Salvi, Sandrone. All. Secchi; 2° Sinibaldi.
SAVALLESE MILLENIUM BRESCIA: Prandi 2, Decortes 12, Angelini 9, Veglia 16, Villani 16, Dailey 22; Parlangeli (L); Bortolot, Norgini, Canton, Vilponen. N.e. Biava, Guidi. All. Mazzola; 2° Zanelli.
ARBITRI: Licchelli di Reggio Emilia e Verrascina di Roma.
NOTE: presenti 398 spettatori. Durata set: 21′, 22′, 26′, 35′, 18′. Errori in battuta: 13-14. Ace: 2-3. Ricezione positiva: 67%-70%. Ricezione perfetta: 39%-41%. Positività in attacco: 34%-38%. Errori in attacco: 12-17. Muri vincenti: 11-14.
La cronaca 
Primo set – Angelini in fast mette a terra il primo pallone del match. Dopo due errori ospiti (2-2) bisogna attendere fino al 3-7 per vedere il primo punto proprio del Fenera Chieri ’76 con Lualdi. Da 4-8 si prosegue in equilibrio fino all’8-12 quando le bresciane con Villani, Veglia e Decortes costringono coach Secchi prima a sostituire Perinelli con Mezzi, poi a esaurire i time-out. Nel prosieguo la partita resta saldamente in mano alla Savallese Millenium che domina sia nel muro-difesa sia in attacco, tocca il vantaggio massimo di +11 sul 9-20 e chiude 14-25. Da segnalare nel finale l’ingresso di Colombano e Moretto, al debutto stagionale. Nelle statistiche di fine set spiccano gli 8 punti col 78% di efficacia di Dailey, e il 53% in attacco delle lombarde (contro il 23% di Chieri).
Secondo set – Coach Secchi conferma Mezzi in banda. Il Fenera Chieri ’76 prende il ritmo mancato nella prima frazione e cresce complessivamente in tutti i fondamentali, mentre la Savallese Millenium Brescia accusa un fisiologico calo. La fase di punto a punto dura fino al 9-9, qui trascinate da Angelina (che concluderà il set con 8 punti personali) le biancoblù compiono un primo strappo che obbliga coach Mazzola a fermare il gioco (13-10). Di lì in avanti le padrone di casa non si fanno più avvicinare, anzi con autorità crescente allungano e chiudono 25-18.
Terzo set – Il punteggio resta in equilibrio fino all’11-11, qui il Fenera Chieri ’76 strappa a 16-12. Di lì in avanti il distacco resta grossomodo invariato e le biancoblù si impongono 25-18 con giocata risolutiva di Angelina, ancora trascinatrice con 7 punti personali (e il 60% di efficacia).
Quarto set – A un primo vantaggio di Chieri (6-3) segue un primo recupero di Brescia che pareggia a 10, quindi di nuovo le biancoblù allungano (14-10) e di nuovo vengono riprese (17-17). L’inerzia prosegue a favore della squadra di Mazzola che sale a 21-24. Angelina annulla la prima palla set e va al servizio: Manfredini firma i successivi 2 punti, poi c’è il 25-24 di Akrari che dà un primo match point alle biancoblù annullato dalle ospiti. Due colpi di Mezzi e un errore in battuta di Dailey danno altri 3 match point alle chieresi: due vengono annullati dalle bresciane, il terzo è un servizio di Manfredini che l’arbitro dà out fra le proteste di tutto il palazzetto. Seguono due altri episodi molto dubbi a sfavore delle padrone di casa e la frazione termina 28-30.
Quinto set – L’epilogo del quarto set lascia il segno nel Fenera Chieri ’76 che arriva al giro di campo sotto 4-8. Dopo l’ingresso di Moretto per Manfredini le biancoblù tornano a contatto (10-12, muro di Akrari), ma Villani, un ace di Prandi e ancora Villani regalano a Brescia la vittoria.
Il commento
Luca Secchi: “Siamo partiti in maniera indegna e vergognosa, impensabile che in casa non si riesca ad aggredire una partita nel modo più corretto, indipendentemente da chi hai davanti: questa cosa non va bene e non deve ripetersi. Dopo siamo stati bravi a riprenderci, riordinare le idee e macinare gioco. Al di là di tutto il contesto e dalle fischiate dell’arbitro che non mi interessano, la cosa che mi importa davvero è che nel quarto set stavamo 14-10 per noi, con svariate occasioni a favore. Benché bravi a recuperare e potenzialmente vincere se ci fossero state le chiamate a dovere, la verità è che potevamo e dovevamo chiudere prima, ma di nuovo non siamo stati pronti”.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Fenera Chieri ’76

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here