HF Lorenzoni Bra, quante soddisfazioni

La Hf Lorenzoni Bra si regala un weekend ricco di vittorie e di soddisfazioni

Partenza a razzo per la formazione under 18 delle neroturchesi.
La formazione guidata da Massimo Anania e Raquel Huertas super agevolmente il Rainbow nella gara d’esordio del campionato di categoria.
Il girone è piccolo piccolo, sono proprio soltanto Lorenzoni e Rainbow a farne parte: tradotto in soldoni questo significa che, a meno di clamorosi ribaltoni, le neroturchesi sono davvero vicinissime alla conquista della finale di categoria.
Bra – La Lorenzoni scende in campo subito determinata e passa in vantaggio al primo minuto grazie ad Anania che risolve positivamente una mischia.
Le neroturchesi non si fermano e nel primo quarto segnano ancora due reti con una scatenata Rebecca Piccolo, che bagna l’esordio in under 18 con una prestazione da incorniciare.
Non solo goal, ma anche tante occasione, su azione o su corto, ben difese dalla retroguardia genovese. Il nostro reparto arretrato gioca con parecchia concentrazione supportato da una Simondi tanto preziosa in interdizione quando abile a dettare la manovra. Positivo l’esordio di Martina Brunetti, sulla fascia sinistra, a destra Chiara Busso è la solita certezza. Ilaria Mileto al centro della difesa è una sicurezza, la sorella Giada, in porta, non viene mai chiamata in causa.
Il primo tempo si chiude sul 3 a 0 per la Lorenzoni.
Nella ripresa non cambia la musica: Nikodimovich, col supporto di Busso, aumenta la pressione sulla fascia destra e crea tante palline pericolose che prima Anania e poi Piccolo trasformano in goal per il 5 a 0 finale. Ci provano un po’ tutte: Paja, Bassi, Rosso, Costamagna, Brunetti, Castellengo ma il risultato non cambia più.
Per festeggiare la qualificazione bisognerà attendere la gara di ritorno, intanto si torna a casa soddisfatti per quanto visto in campo oggi.
Comunicato Stampa Hf Lorenzoni
(Nella foto la squadra)
SERIEA: CINQUE RETI ALL’ARGENTIA, LA LORENZONI TORNA A VINCERE
La Lorenzoni ha ancora fame! Lo dimostra sul campo rifilando un sonoro 5 a 1 ad una buona Argentia.
Lo scontro al vertice contro la formazione lombarda nascondeva più di un’insidia.
Dopo il ko in trasferta si temeva il contraccolpo psicologico così ocme spaventava l’inerzia delle nostre avversarie che arrivavano da due successi consecutivi l’ultimo dei quali contro il Cus Pisa.
Carletti e compagne hanno però giocato una gara superlativa, portandosi avanti di tre goal nel primo tempo e allungando dopo la rete del temporaneo 1-3.
Bra – Parte forte la Lorenzoni che comincia subito a minacciare la porta difesa dall’ex Mortarino con un paio di corti di Huertas, un rovescio di Tosco e un paio di penetrazioni ficcanti. La rete del vantaggio arriva grazie ad uno spizzo di Ginevra Toltolo che sorprende Mortarino dal limite dell’area. Il forcing neroturchese prosegue e su corto Davidenko raddoppia. C’è solo una squadra in campo: le braidesi non cedono un centimetro alle avversarie ed arriva anche la terza rete con Tosco che da pochi passi spinge in porta un assist di Vyhanyaylo.
Sul finale di primo tempo l’Argentia si affaccia nella metà campo braidese e conquista un corto. Paola Battaglia nega il goal a Wyberalska ma nulla può sulla ribattuta di Fierro.
Si torna in campo dopo la pausa con la giusta tensione ed è ancora la Lorenzoni a fare gioco. Il corto killer di Huertas si sblocca e la Lorenzoni può festeggiare il quarto goal. L’Argentia prova a rispondere su corto ma la difesa contiene molto bene. Si fanno avanti di nuovo le braidesi e da una bella penetrazione di Pajtesa arriva un corto che di nuovo Huertas trasforma in goal.
Grazie al successo di ieri continua la corsa delle braidesi a braccetto con l’Amsicora, anche se la formazione di Cagliari deve ancora recuperare una partita.
Domenica prossima a Bra arriva un Pisa in crisi di risultati, sarà importante rimanere concentrati sull’avversario senza commettere l’imperdonabile errore di sottovalutarlo.
Comunicato Stampa Hf Lorenzoni
(Nella foto un selfie di gioia a fine gara)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here