Hockey Inline, grandissima attesa per vedere all’opera Vicenza contro Milano

Incertezza fino all’ultimo sul numero delle gare che saranno effettivamente giocate. In programma Padova - Real Torino e Monleale - Asiago

Questo non sarà un weekend come gli altri, almeno per gli affezionati dei colori del Vicenza e di Milano. È ormai partito il countdown per il primo dei match più attesi dell’anno, uno di quelli che incidono pesantemente sulla classifica finale. Le due squadre in testa alla graduatoria incroceranno infatti le spade per la prima volta in questa stagione. Difficile fare qualsiasi tipo di pronostico: entrambe fin qui le hanno vinte tutte, con i Diavoli partiti subito a livelli altissimi, mentre Milano dopo una prima fase di carburazione, comunque caratterizzata da soli bottini pieni, ha ricominciato a correre a pieno ritmo. Una cosa è certa: ne vedremo delle belle! Dinamismo, qualità, velocità, grinta e determinazione, saranno questi gli ingredienti di un sabato sera che promette fuoco e fiamme. Per i milanesi è intervenuto Andrea Comencini che così commenta alla vigilia: << Ora arriva il banco di prova più impegnativo. Sono curioso di vedere gli avversari in azione. Conosciamo tutti il valore dei nuovi volti, in particolare Sigmund: uno stimolo in più per provare come sempre ad imporre il nostro gioco. Sarà una bella partita, senza particolari assilli di classifica, visto che entrambi abbiamo centrato il primo mini obiettivo della qualificazione diretta alle Final-Six di Coppa Italia. Ma dal punto di vista psicologico la posta in palio è elevatissima>>.
Non solo capoliste però, perché sarà un weekend importante anche per Padova che attende il Real Torino. I Ghosts mirano al terzo posto attualmente occupato dai Warriors (ai box in quanto la gara vs Piacenza è finita nell’elenco dei rinvii). Prova impegnativa per i padovani, che avranno a che fare con un cliente per nulla facile. I piemontesi, anche se probabilmente non con la miglior squadra a disposizione, sono un osso durissimo e dopo un avvio in sordina hanno iniziato un processo di crescita che ha consentito loro di risalire la china in classifica. Tre punti in trasferta darebbero modo alla squadra di Marcuzzi di puntare ancora più in alto, pertanto non ci sono dubbi sul fatto che lotteranno con il coltello tra i denti seppur il Padova sia sicuramente galvanizzato dalla vittoria (ai rigori) sul campo dell’Asiago che in questo girone di andata è stato preda di molteplici “saccheggi” a dispetto dell’ottimo roster degli arancioneri.
A chiudere la giornata vi è infine Monleale-Asiago. Due squadre alla “disperata” ricerca di punti. I locali dalla loro avranno il fattore casa, ma, soprattutto, l’entusiasmo di tornare in pista dopo ben 13 giorni, ovvero dall’ultima gara disputata, quella dell’1-7 contro Vicenza. I Vipers, dopo l’ennesima occasione sprecata contro i Ghosts e con un misero punto messo “in saccoccia”, tuttavia venderanno cara la pelle provando a cercare la vittoria che manca addirittura dalla seconda giornata. Problemi di formazione per Sommadossi che deve rinunciare a Chelodi, Berthod e Cantele oltre al lungo degente Virzì.
Serie A–I risultati della 10a giornata (giovedì 29 ottobre 2020):
Asiago Vipers – Ghosts Padova: 1-2 dtr (pt. 1-1, st. 1-1)
SERIE A – Il programma della 11a Giornata (sabato 31 ottobre 2020)
ore 18.30 Ghosts Padova vs Real Torino (arbitri Grandini e Monferone)
ore 20.00 Ferrara Hockey vs Lepis Piacenza rinviata
ore 20.00 Monleale Sportleale vs Asiago Vipers (Ferrini e Gallo)
ore 20.00 Diavoli Vicenza vs Milano Quanta (Lottaroli e Slaviero)
ore 20.00 Cittadella HP – Cus Verona rinviata
La classifica dopo 10 giornate:
Diavoli Vicenza (7) e Milano Quanta (7) 21 punti; Ferrara Warriors (7) 14 punti; Ghosts Padova (7) 11 punti; Cittadella HP (6) 9 punti; Real Torino (5) 7 punti; Asiago Vipers (7) 6 punti; Monleale Sportleale (7) e CUS Verona (7) 5 punti, Lepis Piacenza (6) 0 punti
Tra parentesi le gare giocate
Credit foto Vanessa Zenobini
Notizie: Ufficio Stampa FISR

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here