Moto 2 Mugello 2017, un super Marini è sesto, fuori Baldassarri

Marini ha dato il massimo, stringendo i denti e difendendo la sua posizione in un’altalenante duello prima della bandiera a scacchi.

mariniIl giorno di gara dell’attesissimo Gran Premio di casa presso l’Autodromo Internazionale del Mugello è iniziato oggi sotto un nuvoloso cielo toscano, che però ha regalato un clima caldo e asciutto. I due piloti del Forward Racing Team, Luca Marini e Lorenzo Baldassarri sono scesi in pista rispettivamente dalla seconda e terza fila della griglia di partenza. Mentre Marini, di fronte al clamore dei suoi numerosi fans ha emozionato con un’epica battaglia conclusasi con una meritatissima sesta piazza, Baldassarri, che era altamente motivato, ha visto invece chiudersi la sua giornata prima del previsto.
Dopo lo spegnimento dei semafori, Marini ha immediatamente recuperato una posizione, terminando il giro di apertura in quinta posizione. Nonostante il persistente dolore alla spalla, il diciannovenne ha completato una coraggiosissima gara destreggiandosi all’interno del secondo gruppo durante i pretenziosi 21 giri di pista. Spinto dalla motivazione trasmessa dai tifosi per tutti i 5.245m di tracciato, il giovane numero 10 ha dato il massimo, stringendo i denti e difendendo la sua posizione in un’altalenante duello prima della bandiera a scacchi.
Dall’altro lato del garage del Forward Racing Team, Baldassarri ha emozionato tutti con un’incredibile partenza posizionandosi immediatamente nella Top 5 sin dalle prime curve del primo giro. Nell’intento di agganciare la testa della gara, mentre cercava di guadagnarsi il quarto posto, ha sfortunatamente commesso un errore che gli ha impedito di concludere la sua sfida. Il giovane marchigiano ora si focalizzerà completamente sul prossimo round, che inizierà tra soli cinque giorni a Barcellona, dove avrà luogo il settimo appuntamento di stagione del Campionato del Mondo Moto2.
MARINI – “Quella di oggi è stata forse la stata la gara più difficile di sempre per me, dato che non ero a posto con la spalla ma l’umore era alto, ho stretto i denti e mettendoci il cuore sono riuscito a portare la mia sfida fino alla fine. Ho dato il massimo senza mai mollare e siamo riusciti a raccogliere un ottimo risultato. Sono felicissimo e davvero soddisfatto del lavoro che abbiamo fatto questo week end. C’è anche da dire che andare forte su questo tracciato è sempre bello, passare davanti ai tifosi quando si gira in pista è davvero emozionante, vedere tutte le tribune e gli spalti pieni da una carica grandissima!”
BALDASSARRI – “Non so che dire, se non che mi dispiace da morire. Ero partito benissimo e mi sentivo veramente forte sulla moto ma, anche se adesso i se e ma non servono a niente, penso che sarei stato in grado di seguire il gruppo di testa fino al traguardo. Purtroppo ho fatto un errore prima dell’ultima curva, ho scalato una marcia di troppo e quando ho lasciato la frizione il freno motore è stato inaspettatamente forte e quindi ho perso il controllo della mia Kalex. Devo chiedere scusa a Taka (Nakagami) perché per un mio sbaglio è finita anche la sua gara, sono già andato a parlare con lui perché ci tenevo a spiegargli cosa è successo. Sono molto dispiaciuto anche per la mia squadra e per i nostri sponsor, perché non era assolutamente questo il modo in cui volevo finire il weekend. Fortunatamente non devo aspettare tanto per tornare in pista, settimana prossima saremo infatti già a Barcellona, un circuito che mi piace, e dove spero che potremmo finalmente dimostrare quanto siamo veloci.”
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Forward Racing

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here