Team Go Eleven: buona la prima per la squadra di Cherasco

Philipp Oettl ha preso confidenza con la Ducati e già fa sognare i tifosi

team-go-eleven-buona-prima-squadra-cherascoDue giorni di test a Portimao, sullo spettacolare tracciato dell’Algarve, hanno sancito il debutto di Philipp Oettl in sella alla Ducati Panigale V4-R Go Eleven! Nonostante si trattasse di inizio febbraio, le condizioni climatiche e della pista erano pressoché perfette, con temperature intorno ai venti gradi e sole splendente.

La prima sessione ha visto il pilota tedesco scendere in pista con un set-up base derivante dalla gara dello scorso anno; turno dopo turno, il team ha cercato di conoscere e di entrare in armonia con il metodo di lavoro di Philipp, compiendo piccoli passi avanti ad ogni ingresso in pista. L’approccio di Oettl è stato da vero professionista, cambiando poco a livello di set-up e cercando di concentrarsi maggiormente sull’ergonomia e sulla posizione in sella. Al termine della prima giornata l’alfiere di Go Eleven ha concluso ad un secondo dalla vetta, sorprendendo tutti per la sua immediata velocità e confidenza con un mezzo potente e particolare come la Ducati V4-R.

DAY 1 RESULTS:
P 1   J. Rea   1.40.621
P 2   T. Razgatlioglu   + 0.101
P 3   A. Bautista   + 0.132

P 7   P. Oettl   + 1.086

Nella seconda giornata Philipp, il quale non ama particolarmente lo splendido tracciato portoghese, ha concentrato il lavoro sulla ricerca della perfetta altezza della sella e la posizione dei manubri, così da trovare una soluzione definitiva per il resto della stagione. Al pomeriggio l’interesse si è spostato sulle gomme, provando diverse mescole, ma senza utilizzare la nuova “supermorbida” SCQ, in questa due giorni in dotazione solo ai piloti con maggiore esperienza in Superbike. Oettl ha sempre migliorato costantemente i propri riferimenti, e, nonostante una piccola caduta senza conseguenze, all’ultima uscita ha limato ulteriori due decimi al proprio best. Da sottolineare come i tempi di Oettl siano arrivati con una gomma da gara, girando sempre da solo e senza seguire scie di altri protagonisti.

DAY 2 RESULTS:
P 1   T. Razgatlioglu   1.39.616
P 2   J. Rea   + 0.235
P 3   A. Bautista   + 0.439

P 6   P. Oettl   + 1.445

Un ottimo inizio per il Go Eleven, i membri della squadra, al primo test insieme, hanno da subito instaurato un ottimo rapporto con il pilota. Ora bisognerà continuare il lavoro e lo sviluppo in vista dei prossimi test pre-stagionali, che si terranno tra circa un mese, sul tracciato di casa di Misano. Dopo questo inizio, il Team non vede l’ora di tronare in sella!

Philipp Oettl (Rider): 
Il primo giorno di test si è concentrato sul conoscere la moto, il set-up dell’elettronica, sul conoscere il Team ed il suo metodo di lavoro ed, infine, ho cercato di concentrarmi sull’ergonomia. Il secondo giorno abbiamo continuato il lavoro sull’ergonomia, con diversi tipi di manubri, posizioni in sella ed una nuova sella più alta. ora sembra che abbiamo trovato una buona soluzione, mi trovo a mio agio in sella. Quando abbiamo provato la “vecchia” Superpole, sono caduto, ma per fortuna è stata una piccola scivolata senza conseguenze. Dopo sono rientrato in pista ed ho nuovamente migliorato con la gomma da gara. Alla fine abbiamo fatto qualche prova di partenza. Guidare la Superbike è molto complesso, ci sono tante aree su cui si può lavorare, ma ora abbiamo qualche informazione in più riguardanti lo stile di guida e cosa è necessario fare in sella alla Ducati V4-R per farla funzionare al meglio. Sono molto contento di questa due giorni a Portimao, ora cercherò di tenermi in forma per i test di Misano!

Denis Sacchetti (Team Manager):
Credo che Philipp abbia sorpreso tutti, me compreso! Il tempo che ha realizzato è davvero buono per essere la sua prima volta su una Superbike, specialmente in una delle piste più difficili del Mondiale. Questo ci rende contenti ovviamente, ma la cosa importante è il feeling che ha avuto fin da subito con la moto e con la squadra. L’obiettivo di questo test era imparare e conoscersi, lui con la squadra e con la Ducati, trovare la giusta ergonomia in sella e trovare il giusto metodo di lavoro insieme. Direi tutti punti centrati ampiamente. Sono contento del lavoro svolto da Philipp, e mi piace come lavora su se stesso. la sua velocità di apprendimento è incredibile! Bravissimo, ma ora dobbiamo continuare così!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here