Sensazioni positive per Scott Redding e Michael Rinaldi nel test privato sul circuito dell’Estoril

La stagione 2021 è già iniziata per il team Aruba.it Racing – Ducati che questa mattina è sceso in pista con Scott Redding e Michael Rinaldi per il primo test in vista della stagione 2021

La stagione 2021 è già iniziata per il team Aruba.it Racing – Ducati che questa mattina è sceso in pista con Scott Redding e Michael Rinaldi per il primo test in vista della stagione 2021.
Malgrado la pioggia che ha iniziato a cadere a fine mattinata interrompendo l’attività in pista, sia Scott che Michael sono stati in grado di completare un buon numero di giri.
Scott Redding ha lavorato su alcune soluzioni che saranno introdotte nella stagione 2021 di WorldSBK ed i risultati sono stati apprezzabili. Il pilota inglese ha concluso 39 giri risultando il più veloce con il tempo di 1’36.581.
Micheal Rinaldi è invece sceso in pista con l’obiettivo di prendere confidenza con la versione 2020 della Ducati Panigale V4 R concludendo 29 giri e ottenendo informazioni utili in vista dei prossimi test.
Scott Redding (Aruba.it Racing – Ducati)
“Abbiamo provato alcune cose che potranno servire nella prossima stagione ed il risultato è stato positivo. Malgrado la pioggia che ci ha costretti a chiudere il test molto presto, siamo stati in grado di raccogliere informazioni positive su cui Ducati può lavorare in inverno. Adesso mi prenderò una piccola pausa ma inizierò presto ad allenarmi per arrivare nelle condizioni ideali all’inizio della prossima stagione”.
Michael Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati)
“Purtroppo la pioggia ha rovinato il nostro piano ma abbiamo comunque avuto la possibilità di completare un po’ di giri per iniziare a raccogliere dati su cui lavorare. Le sensazioni sono estremamente positive. Sono rimasto sorpreso dalla versione 2020 della Ducati Panigale V4 R soprattutto per la fase di frenata. Non vedo l’ora di tornare in pista”.
Foto e Notizie: Aruba.it Racing – Ducati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here