Evade dai domiciliari Torino, fermato 46enne

A seguito di accertamenti, è emerso che l’uomo, con numerosi precedenti a carico, era ai domiciliari dato che stava scontando una pena per reati contro il patrimonio

Mentre era incorso l’incontro di calcio Torino – Fiorentina, valevole per la coppa Italia, ieri pomeriggio, personale del Commissariato San Secondo, impegnato nel servizio di vigilanza all’esterno dello stadio “Olimpico Grande Torino”, finalizzato anche al contrasto del fenomeno dei furti su autovetture durante le manifestazioni sportive, ha arrestato un cittadino italiano di 46 anni.
Secondo quanto spiegato, transitando in via Carlo del Prete, gli agenti hanno notato un uomo a bordo di una bicicletta. I poliziotti hanno riconosciuto in lui l’autore di una serie di furti commessi in occasione di un incontro di calcio nell’aprile del 2016.
In base a quanto appurato, in quella circostanza, l’uomo era stato arrestato proprio da uno degli agenti che lo ha riconosciuto. Alla vista dell’auto della Polizia, il 46enne si è subito dato alla fuga oltrepassando corso Giovanni Agnelli e raggiungendo il comprensorio delle case A.T.C. dove ha abbandonato la bicicletta e si è disfatto di un martelletto frangi vetro. Nonostante il tentativo di rifugiarsi in un esercizio commerciale, l’uomo è stato fermato dagli agenti del commissariato.
A seguito di accertamenti, è emerso che l’uomo, con numerosi precedenti a carico, era ai domiciliari dato che stava scontando una pena per reati contro il patrimonio. Alla luce dei fatti, il cittadino italiano è stato arrestato per evasione e denunciato in stato di libertà per il porto di arnesi atti allo scasso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here