Finanzieri aggrediti Torino, intervenuti per preghiera in strada

L'uomo, già con una lunga sfilza di precedenti penali per fatti analoghi, è stato anche trovato in possesso di alcune dosi di sostanze stupefacenti.

La scorsa mattinata, una chiamata alla Sala Operativa della Guardia di Finanza ha segnalato un uomo steso al centro strada ed intento a pregare che, così facendo, ha creato forti disagi alla circolazione.
Secondo quanto spiegato, una pattuglia del Gruppo Torino dopo pochi minuti ha raggiunto zona Lingotto nel capoluogo piemontese dove ha trovato, effettivamente, l’uomo in preghiera seduto sul manto stradale e numerosi automobilisti fermi ad assistere alla scena.
In base a quanto appurato, alla vista dei Finanzieri, un 30enne cittadino sudanese, si sarebbe avventato contro gli operatori rei, secondo l’uomo, di averlo distolto dal momento di raccoglimento, dapprima insultandoli e poi lanciando loro alcune pietre. Sul posto sono giunti immediatamente, a supporto, alcuni equipaggi delle Fiamme Gialle che, per evitare ulteriori pericoli per gli altri automobilisti, decidevano di fermare il 30enne.
L’uomo per tutta risposta si sarebbe scagliato violentemente, sferrando calci e pugni, contro i Finanzieri che, a fatica, sono comunque riusciti a metterlo in condizioni di sicurezza. L’uomo, già con una lunga sfilza di precedenti penali per fatti analoghi, è stato anche trovato in possesso di alcune dosi di sostanze stupefacenti.
Arrestato per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, è stato processato per direttissima e condannato a 10 mesi di reclusione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here