Camaleontika Almese 2020, nuovo appuntamento

Camaleontika, sesta stagione teatrale del Teatro Magnetto di Almese a cura di M.O.V. e FABULA RASA

Camaleontika, sesta stagione teatrale del Teatro Magnetto di Almese a cura di M.O.V. e FABULA RASA
Giovedì 16 gennaio 2020 – ore 21:00
Teatro Magnetto, via Avigliana 17, Almese (TO)
ingresso unico euro 12,00
Ottavo appuntamento della stagione teatrale Camaleontika di Almese con Rita Pelusio, attrice e autrice che da anni sperimenta un teatro che sa essere al contempo comico e civile, che porterà sul palco di Almese “Urlando furiosa”, spettacolo in cui la protagonista è un’eroina all’incontrario, piena di dubbi, in crisi e perennemente bastonata dalla realtà.
Lo spettacolo viene proposto in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo.
CAMALEONTIKA 2019/2020 è la sesta stagione teatrale organizzata dalla compagnia Fabula Rasa diretta da Beppe Gromi, grazie al sostegno del Comune di Almese, della Fondazione Piemonte dal Vivo – Circuito Regionale Multidisciplinare, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Piemonte.
Appuntamenti al Teatro Magnetto di Almese (TO), tra il 12 ottobre 2019 e il 14 maggio 2020, con spettacoli di teatro, musica e danza che proseguono il cammino intrapreso sei anni fa, tra tinte dense e vivaci e con una cifra stilistica che colora il teatro valsusino di divertimento, emozioni, domande, riflessioni e impegno civile, ingredienti di una cifra stilistica che quest’anno colora il teatro di Almese con un’attenzione particolare al mondo femminile.
Giovedì 16 gennaio alle ore 21 è attesa Rita Pelusio, attrice e autrice che da anni sperimenta un teatro che sa essere al contempo comico e civile, che porterà sul palco “Urlando furiosa”, spettacolo in cui la protagonista è un’eroina all’incontrario, piena di dubbi, in crisi e perennemente bastonata dalla realtà. Lo spettacolo viene presentato in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo, è stato scritto da Rita Pelusio, Domenico Ferrari, Riccardo Piferi e Riccardo Pippa, coprodotto da CMC – Nidodiragno / PEM Habitat teatrali e vede in scena la sola attrice milanese con la regia di Riccardo Pippa.
Giocando con l’immaginario dell’epica Rita Pelusio ci presenta Urlando, un’eroina inconsueta e intollerante al senno, che viene esiliata sulla Luna, luogo dove finiscono le cose perdute. Urlando si sente proprio cosi, persa. Forse avrebbe fatto meglio ad accettare il senno terrestre che ha sempre rifiutato. Attraverso le sue riflessioni e il racconto delle sue battaglie perse, Urlando si interroga sulle contraddizioni del presente e si chiede se ha ancora senso credere nell’incredibile, sfidare il cinismo e la disillusione, immaginare il futuro con più incanto.
Rita Pelusio, (Milano, 21 dicembre 1971) è un’attrice teatrale e cabarettista italiana, attiva in teatro e televisione.
Ha partecipato agli spettacoli Markette (nell’autunno 2006) e Colorado Cafè (dal 2007 al 2009 e dal 2012 a oggi) mentre in teatro ha portato un proprio spettacolo intitolato Suonata, in cui è stata diretta da Luca Domenicali.
Di origini Salentine è nata a Milano – dopo gli studi in clowneria e mimo presso la scuola di Jean Mening e sull’attore comico alla scuola Atelier Teatro Fisico (metodo Lecoq) di Philip Radice a Torino – si è dedicata al cabaret.
Tra i suoi personaggi figurano quelli di un’irriverente teenager macabramente innamorata di uomini adulti, Adelina Perez, domestica latino-americana di Letizia Moratti (della quale racconta gli arcani segreti), una pressante sposina pugliese, Morchia, una nuova fata delle Winx, la Giovanna e Violeta parodia della protagonista della serie televisiva argentina Violetta.
Nel 1998 dà vita alla Compagnia degli Gnorri, insieme a Natalino Balasso, Corrado Nuzzo, Bruno Nataloni e Domenico Lannutti, con cui realizzerà anche diverse commedie per la regia dello stesso Balasso.[2]
I PROSSIMI APPUNTAMENTI DELLA STAGIONE
Il 6 febbraio è in programma “A night with Gaetano Pellino e Soul Sarah”, concerto in cui con le chitarre, la voce blues e le infinite sfumature di Gaetano Pellino incontreranno la magica voce di Soul Sarah.
Il 29 febbraio è in programma “Nina / Un soggetto per un breve racconto” della compagnia Eccentrici Dadarò, vincitore del Premio Nazionale Calandra 2013 per il Migliore Spettacolo e Migliore Attrice a Rossella Rapisarda.
Il 12 marzo la compagnia Teatro C’art presenta “Rosa” con Teresa Bruno e regia di André Casaca, uno spettacolo provocante e comico con una donna clown che si rivela in tutte le sue forme, sostenuta nel suo sbocciare dall’arte del flamenco.
Il 21 marzo è dedicato ai detenuti alla ricerca di una nuova vita, oltre e dopo il carcere, con frate Beppe Giunti autore di “Padre nostro che sei in galera” e “Amunì” delle compagnie Voci Erranti e Compagnia dei detenuti del Carcere di Saluzzo, spettacolo che parte dalla riflessione dei detenuti sul tema della paternità, dell’essere contemporaneamente figli e padri, padri assenti e figli difficili…
Foto e Notizie: Ufficio Stampa LP Press Office

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here