Novipiù Casale Monferrato, Capo d’Orlando ancora fatale

La Novipiù parte in difetto, riacciuffa la partita nel terzo periodo ma negli ultimi 10' Triche e Parks la condannano definitivamente dando la vittoria alla Benfapp 89-70

Tinsley apre la partita mentre dall’altra parte ci pensa Bruttini: l’Orlandina prova a spingere con i due americani che realizzano a ruota il 7-3. Martinoni trova il canestro dai 6.75 metri ma Triche non perdona nell’altra metà capo mentre Casale continua a sbattere sul ferro: al nuovo canestro dei siciliani è coach Ferrari a richiamare i suoi in panchina. Denegri scalda i motori e i rossoblu provano a chiudersi in difesa (14-8); Bruttini e Tinsley si rispondono a vicenda ma Parks e Lucarelli continuano a spingere sull’acceleratore. Pinkins prova a scuotere i suoi ma è Tinsley a chiudere il quarto 24-14.
Mobio e Pinkins danno il via al secondo periodo mentre il ritmo rallenta: Pinkins è chirurgico dalla lunetta per il 26-19 ma per Capo c’è Mei già pronto dalla lunga distanza mentre la Novipiù non riesce a trovare il giusto feeling con il canestro. Laganà piazza la tripla del 32-19 ed è timeout per Casale: Musso sblocca i suoi dall’arco e Martinoni lo segue da sotto le plance, ma Lucarelli non è da meno. Martinoni cerca una nuova reazione nei suoi e Triche vince due viaggi in lunetta (2/4) per poi realizzare il 40-24; il Capitano rossoblu trascina i suoi e coach Sodini richiama i suoi in panchina. Musso e Martinoni guidano la rimonta (40-30) con i rossoblu che si fanno più aggressivi in difesa mentre Denegri piazza un gioco da tre punti fondamentale e manda le squadre all’intervallo sul 40-33.
Il terzo periodo vede in avvio i canestri di Musso e Bruttini, con la Novipiù che vuole imprimere il proprio ritmo e con Musso e Pinkins si porta sul 42-39; i rossoblu alzano la difesa e Denegri piazza una tripla chirurgica mentre Musso impatta sul 46-46 e l’Orlandina chiama time out. La Junior continua a tenere alta la difesa ma Parks riesce ad andare a segno dall’area seguito da Bruttini: dall’altra parte c’è ancora Denegri a portare altri tre punti alla Junior. Bellan non è preciso dalla lunetta ma Parks va subito a segno: Italiano risponde presente dalla lunga distanza ma Lucarelli risponde con la stessa moneta (56-52). Italiano e Triche si rispondono a vicenda ma Parks allunga ulteriormente: la Novipiù non ci sta e lotta su ogni centimetro di campo con Pinkins che realizza entrambi i tiri a disposizione (60-56). I padroni di casa continuano ad affidarsi a Triche ma Musso chiude il quarto 63-58.
Parks apre con tre punti l’ultimo periodo e coach Ferrari ferma subito il gioco: al rientro ci pensa Pinkins a trovare il fondo della retina ma Parks è ancora una volta chirurgico per il 69-60. I rossoblu aumentano il ritmo ma fanno fatica a ritrovare il giusto feeling con il canestro e Capo prova ad approfittarne: è time out per coach Ferrari sul 71-60. Italiano prova a scuotere i suoi che provano ulteriormente ad alzare il muro difensivo: Bruttini trova però punti dalla linea della carità mentre l’ipotetica tripla di Tinsley si ferma sul ferro. I rossoblu non riescono più a trovare la strada del canestro e coach Ferrari prova a fermare ulteriormente il gioco; è ancora l’Orlandina, tuttavia, ad avere l’inerzia dalla sua parte. Musso va a segno dalla lunetta con Triche che lo imita mentre Pinkins trova ancora un canestro da sotto le plance; gli ultimi secondi sono solo da regolamento e la partita termina 89-70.
Coach Mattia Ferrari: “Siamo partiti molto molli, quando sembrava che stessimo sprofondano ci siamo rialzati e quando sembrava che fossimo lì ci siamo ristaccati nuovamente. Non so se in questo momento la mia squadra può fare di più perchè quando hai alle spalle una serie di sconfitte stai lì, giochi, ms gli errori diventano dei macigni. La differenza di condizione mentale tra noi e loro è evidente: loro nel momento della difficoltà si sono compattati e hanno avuto una grande prova, come sempre, dai due americani e da Bruttini.
Secondo me la nostra non è una partita da buttare via: è vero, il divario è pesante e sicuramente non piace ma una squadra come la nostra che dipende da molti giocatori giovani, se questi sono in difficoltà deve comunque resistere. In questo momento le difficoltà a cui andiamo incontro tendono a sovrastarci ed è un peccato perchè siamo una squadra di persone che ci tengono e si allenano molto”.
BENFAPP CAPO D’ORLANDO – NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: 89-70 (24-14; 40-33; 63-58)
BENFAPP CAPO D’ORLANDO: Bruttini 18, Laganà 3, Parks 25, Mobio 2, Murabito ne, Mei 3, Triche 27, Bellan 1, Galipò ne, Lucarelli 10. All. Sodini
NOVIPIU’ CASALE: Tinsley 8, Musso 19, Valentini, Cesana, Denegri 11, Bruttini, Martinoni 9, Pinkins 16, Giovara ne, Italiano 7. All. Ferrari
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Novipiù Casale Monferrato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here