Un folto gruppo di turisti provenienti da Schwaz, la cittadina del Tirolo austriaco gemellata con Verbania, ha visitato il Lago Maggiore. Incontro con l’Amministrazione Comunale

Un folto gruppo di turisti provenienti da Schwaz, la cittadina del Tirolo austriaco gemellata con Verbania dal 1994, ha visitato in questi giorni il Lago Maggiore per conoscerne di persona le sue bellezze

Un folto gruppo di turisti provenienti da Schwaz, la cittadina del Tirolo austriaco gemellata con Verbania dal 1994, ha visitato in questi giorni il Lago Maggiore per conoscerne di persona le sue bellezze.
Durante la visita alla città, la delegazione è stata ricevuta e salutata dall’Amministrazione Comunale verbanese nell’affascinante cornice dei giardini di Villa Giulia da poco rinnovati.
Presenti all’incontro l’Assessore alla Cultura, Riccardo Brezza, e due rappresentanti del Comitato per il Gemellaggio, la presidente Cristiana Bonfanti e il Consigliere Comunale Alberto Catena Cardillo.
Uno scambio di regali e di calorosi saluti hanno rinnovato ancora una volta l’amicizia tra le due città europee.
“E’ bello – ha sottolineato Cristiana Bonfanti – potersi rincontrare dopo questi lunghi mesi segnati dalla pandemia. Tutte le attività dei gemellaggi hanno dovuto subire purtroppo un lungo stop, ma questo non ha significato che i collegamenti tra le nostre città si siano fermati. Nella mente di tutti c’è la speranza di un ritorno alla normale attività culturale comune, e questi incontri speriamo siano solo l’inizio di una nuova partenza”.
L’Assessore alla Cultura Riccardo Brezza ha dato il benvenuto da parte di tutta l’Amministrazione Comunale “non solo come turisti in visita nella nostra città, ma soprattutto come membri di una comunità legata da molto tempo al nostro territorio. Il valore del gemellaggio europeo si è rafforzato ancora di più in questi mesi di emergenza sanitaria durante i quali abbiamo capito come le nostre comunità siano indissolubilmente interconnesse e legate l’una all’altra. Continuiamo insieme il percorso di questi anni nella comune appartenenza europea”.
Foto e Notizie: Ufficio Stampa Comune di Verbania

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here